Catalogo dei MILLENNIAL #120 Julia Ducournau. La tua enciclopedia dei millennial

Stiben Mesa Paniagua 18 Luglio 2021
419 Visualizzazioni

Chi è Julia Ducournau, la regista millennial Palma d’oro con il film Titane

NOME Julia Ducournau
LUOGO NASCITA Parigi (Francia)
DATA NASCITA 18 novembre 1983
SETTORE Cinema
NAZIONALITÀ Francese
MILLENNIAL FACTOR Creativa

Chi è

Della sua vita personale si sa pochissimo e se usa i social network sicuramente lo fa in maniera anonima e “privata” nonostante il suo lavoro “pubblico”, tanto che per ora risulta introvabile in qualsivoglia piazza online. Basterebbero questi elementi per capire che si tratta di una millennial speciale. Tanto speciale da sembrare impacciata sul palco del Festival di Cannes, mentre riceveva la Palma d’oro (2021) per il suo Titane. Julia Ducournau traspira bellezza, bravura e bontà.

Video: il discorso di Julia Ducournau al Cannes

Partiamo dalla bellezza. Non parliamo affatto delle qualità estetiche di Ducournau ma di quello che riflette di sé stessa nelle sue opere. Che, tra l’altro, sono ancora pochissime: Titane è il suo secondo lungometraggio dopo Raw – Una cruda verità, altro discusso capolavoro premiato dalla critica nel 2016. Nelle sue pellicole, la regista francese ha finora sempre dato spazio a protagonisti ai margini per ics o ipsilon motivi.

Proseguiamo con la bontà, che non è altro che il risultato della suddetta bellezza. Lo si comprende meglio ascoltando le sue stesse parole. «Il mio film non è perfetto», ha detto china sul microfono dal palco di Cannes 2021: «Qualcuno dice che è mostruoso, la mostruosità che attraversa il mio lavoro è una forza che rompe la cosiddetta normalità. Grazie alla giuria, ha accettato un mondo più fluido e inclusivo».

E finiamo con la sua bravura. Senza voler essere ridonanti, ribadiamo però il concetto: ha sollevato la Palma d’oro con il suo secondo film. Con il primo – Raw – Una cruda verità – ha vinto il premio Fipresci (Fédération internationale de la presse cinématographique) nel 2016. Prima di allora, nel 2011, ha presentato il suo primo cortometraggio a Cannes: Junior, vincendo il premio Petit Rail d’Or.

Segno che evidentemente la Scuola nazionale francese di cinema, La Fémis, dove si è diplomata nel 2008, forma davvero. Julia Ducournaucon tra l’altro ha fatto un percorso di studi parallelo alla regia: sceneggiatura. E infatti è regista e sceneggiatrice delle sue pellicole.

Il trailer di Titane: video

L’impresa raggiunta da Ducournaucon con Titane resterà nella memoria di Cannes. E non solo perché uno sprovveduto Spike Lee, presidente di Giuria, ha annunciato il film vincitore per errore all’inizio della cerimonia. Sarà ricordata perché la millennial è la seconda donna nella storia a raggiungere questo traguardo. Titane arriva 28 anni dopo Lezioni di piano (1993), di Jane Campion. E ora si candida come successore di Nomadland (diretto dalla regista Chloé Zhao) agli Oscar 2022. Il regno delle donne in regia potrebbe essere iniziato e, se il buongiorno si vede dal mattino, Ducournaucon ne sarà una ‘silente’ protagonista.

Julia Ducournau sui social

Per il momento è introvabile anche se da quando ha vinto la Palma d’oro sono comparsi qua e là su Instagram e Facebook dei profili fake col suo nome.

LEGGI ANCHE:

Guarda il nostro Catalogo dei Millennial, potresti riconoscerti 😉

Foto in copertina: Festival di Cannes su Instagram

Leggi anche: