Catalogo dei MILLENNIAL #73: Maria Sharapova. La tua enciclopedia dei millennial

Avatar
8 Aprile 2020
824 Visualizzazioni

Chi è Maria Sharapova, la più glamour in campo e fuori

NOME Maria Sharapova
LUOGO NASCITA Njagan’ (Russia)
DATA NASCITA 19 aprile 1987
SETTORE Sport
NAZIONALITÀ Russa
MILLENNIAL FACTOR Iperconnessa, Determinata, Narcisista

Chi è

È la Venere dello sport. Nonostante sia stata una delle tenniste più forti di tutti i tempi, resterà nelle teste dei fanatici soprattutto per la sua inconfutabile bellezza. Giusto o ingiusto che sia è così, il nome Maria Sharapova evoca freschezza, giovinezza e grazia. E non è per nulla un discorso maschilista, perché il concetto è universalmente condiviso.

Forte e agguerrita come pochi, il talento di questa siberiana – nata di fatto nell’Urss ma di origini bielorusse – è stato evidente fin da bambina. Tanto che il padre, parliamo di gente abituata a emigrare alla ricerca del lavoro migliore, non ha esitato a trasferirsi con la figlia in Florida. Consigliato da Martina Navrátilová, che aveva notato la classe evidente della piccola Masha. Il salto dalle rive del Mar Nero, dalla città russa di Soči, alle rive del Golfo di Messico, all’accademia di Nick Bollettieri a Bradenton, è stato decisivo.

I sacrifici familiari sono stati ricompensati ampiamente a livello sportivo ed economico. Dalla prematura vittoria a Wimbledon, con appena 17 anni (2004), alla trafila di trofei arrivati fino al ritiro dalle scene, a inizio 2020: Sharapova ha accumulato un patrimonio che sfiora i duecento milioni di dollari. Per Forbes è stata la più pagata sempre, corteggiatissima com’era – e come continua a essere – dagli sponsor.

La millennial ha fatto della sua immagine da dea la copertina di numerosi prodotti. Motorola, Land Rover, Canon, Tag Heuer, Tiffany & Co., Tropicana, Gatorade e Nike. Sarebbe stata una top model fantastica. Invece, dopo una squalifica per doping (2016), decise di dedicare il suo tempo a studiare economia alla Harvard Business School. Scelta in linea con quella di dare volto e nome alle caramelle Sugarpova.

Anche se in realtà Maria dolce non lo è mai stata, soprattutto con le avversarie che l’hanno definita «antipatica», «fredda» e «insensibile». Dolce, Masha, lo sarà stata al massimo con Saša Vujačić, giocatore di basket, o con il collega di racchette, Grigor Dimitrov. Storie cotte e mangiate nel corso degli anni dalla tennista glamour.

Di primati veri ne ha collezionato invece sul campo. È stata la prima russa a diventare numero uno del tabellone Wta per 21 settimane. Più volte premiata come miglior tennista, resta una delle poche – insieme alla sua rivale di sempre Serena Williams – ad aver completato il Career Grand Slam. Dopo il torneo di Wimbledon, Masha ha vinto anche gli Us Open (2006), Australian (2008) e Roland Garos (2012 e 2014). Poi c’è un argento alle Olimpiadi e altri singolari prestigiosi.

Dopo una carriera brillante, comunque segnata da diversi infortuni alla spalla, è arrivato l’addio a 32 anni. Praticamente 16 anni di professionismo pieni di gloria, con l’unica macchia della positività al Meldonium, il 26 gennaio 2016. A quanto pare fu più un errore di superficialità dell’atleta e del suo staff: il farmaco era entrato tra le sostanze proibite da appena 26 giorni.

Con una lettera pubblicata su Vanity Fair e Vogue Maria ha detto basta allo sport che l’ha forgiata. Scelta più da diva della moda e del life style. Scelta lontanissima dall’immagine dell’atleta sudata e affannata, magari per una finale passata a correre dietro alla pallina. A correre ma anche a urlare, perché anche nel gemito Masha è sempre stata una vera campionessa.

Ora quello che pensate di lei potete dirglielo direttamente. E non sui commenti ai suoi abbondanti post su Instagram ma sul suo cellulare, anche se dubitiamo parecchio sia realmente quello privato. Durante la lunga quarantena per il coronavirus, la stella bionda ha infatti voluto condividere con i suoi followers il suo numero di telefono privato, 310-564-7981, che pare funzioni solo per il Nordamerica.

«Ho realizzato quanto sia importante non perdere il contatto umano in questi giorni. Dobbiamo essere vicini in questo momento complicato ma dobbiamo mantenere le distanze, quindi qui trovate un numero di cellulare al quale potete scrivermi un messaggio così da poter essere in contatto con ognuno di voi». Insomma, se non sapete con chi parlare durante il vostro isolamento da Covid-19, sapete chi cercare.

Maria Sharapova sui social:

Facebook

Instagram

Twitter

LEGGI ANCHE:

Guarda il nostro Catalogo dei Millennial, potresti riconoscerti 😉

 

Leggi anche: