Catalogo dei MILLENNIAL #33 Tiziano Ferro. La tua enciclopedia dei millennial

Avatar
18 Maggio 2019
2684 Visualizzazioni

Chi è Tiziano Ferro, il cantautore (e pilota) italiano millennial d’esportazione

NOME Tiziano Ferro
LUOGO NASCITA Latina
DATA NASCITA 21 febbraio 1980
SETTORE Musica
NAZIONALITÀ Italiana
MILLENNIAL FACTOR Creativo, Flessibile, Globale

Chi è

Fin dal suo esordio è stato investito dal pesante titolo di ambasciatore della musica italiana nel mondo del nuovo millennio. Tutto colpa di quel ‘Perdono’ scritto con la ‘X’ che tra il 2001 e il 2002 spopolò lungo lo Stivale e sconfinò aldilà delle Alpi, arrivando nelle radio di mezza Europa e perfino oltreoceano. Un ruolo che Tiziano Ferro, per quanto dimostrato nei suoi quasi 20 anni di carriera, sembra aver preso maledettamente sul serio.

Dopo quel successo, il ragazzino una volta emarginato e bulimico di Latina, ha inanellato una serie di dischi d’oro, premi, riconoscimenti, collaborazioni importanti e tournée globali difficili da elencare.

A guardare il suo curriculum, in effetti, si fa fatica a pensare che sia un artista della generazione Y. Benché anagraficamente ci rientri per poco più di un mese – in linea di massima vengono considerati millennial i nati dall’80 – in Tiziano sono incarnate molte delle caratteristiche più connaturali alla sua generazione.

Se ne ritrovano a partire dai primi anni della sua giovinezza quando, appunto, annegava le sue frustrazioni nel cibo salvo poi riuscire a riprendere le redini della sua vita con determinazione. Ha raccontato di essere arrivato a pesare 111 kg ma con una dieta fai da te e, grazie alla musica, ha recuperato il controllo del suo corpo.

È assolutamente un sintomo generazionale anche quel senso di mondialità che ha guidato la sua carriera: per imparare lo spagnolo e l’inglese, nei primi anni duemila, ha vissuto a Puebla de Zaragoza (Messico) e Manchester (Uk). Oggi risiede in California, a Los Angeles. Gli States, con i suoi profumi e le sue sonorità, sono stati sempre un’orizzonte per Tiziano. Forse da quando ancora adolescente era entrato a far parte del Coro Gospel di Latina Big Soul Mama Gospel Choir.

Riservatissimo, Ferro rivela la sua omosessualità nel 2010. Lo racconta nel libro ‘Trent’anni e una chiacchierata con papà’. Dei suoi amori si sa pochissimo. Solo che ha convissuto con una persona per molto tempo. Stop. Il resto – i possibili fidanzati – sono solo ipotesi dei giornali mai confermate dall’interessato.

Molti commentatori, sopratutto dell’America Latina, hanno riletto alla luce del suo coming out un episodio datato 2006, che rappresenta la più grande caduta di stile del cantautore. Durante un’intervista con Fabio Fazio in tv, ha detto: «Non è possibile dire che le donne messicane siano le donne più belle del mondo. Con tutto il rispetto, ma non ce la puoi fare: hanno tutte i baffi». Parole che stavano per provocare un ‘incidente diplomatico’ tra l’artista e il vasto pubblico messicano, risoltosi con le pubbliche scuse dell’italiano.

Tiziano Ferro, dotato di una voce incredibile, ha preso talmente sul serio il suo essere un ‘prodotto’ del made in Italy da esportare nel mondo che ha preso anche il brevetto da pilota di elicottero. Chissà se, sulla scia di molti altri attori hollywoodiani, John Travolta su tutti, non stia già pensando a un modo per semplificare i suoi viaggi intercontinentali facendo da sé.

Tiziano Ferro sui social:

Twitter
Facebook
Instagram

LEGGI I PROFILI DEGLI ALTRI MILLENNIAL:

Chi è Britney Spears, la prima diva millennial, tra successi planetari e crisi di nervi

Chi è Lucrezia Bisignani, la millennial che vuole alfabetizzare l’Africa (e rischia di farcela)