Catalogo dei MILLENNIAL #93 Tommaso Berni. La tua enciclopedia dei millennial

Avatar
13 Luglio 2020
339 Visualizzazioni

Chi è Tommaso Berni, e l’arte di guadagnarsi da vivere in panchina

NOME Tommaso Berni
LUOGO NASCITA Firenze
DATA NASCITA 3 marzo 1983
SETTORE Sport
NAZIONALITÀ Italiana
MILLENNIAL FACTOR Creativo

Chi è

Fare il suo lavoro sarebbe il sogno della vita per tantissimi. Stessi risultati, medesimo stipendio e identica operosità. Il dato curioso è che altrettanti, nella sua posizione, avrebbero fatto scelte diverse. Come si spiega? Ecco, capiamo chi è Tommaso Berni.

Fa il calciatore e gioca da anni in una delle squadre più blasonate della Serie A. Guadagna molto più di un primario di chirurgia e non è mai stato criticato per il suo operato perché si allena sempre bene e il suo atteggiamento è costruttivo per il benessere del gruppo. Anche se sul terreno di gioco, in partite ufficiali, non ci è mai stato.

Tommaso Berni è il terzo portiere dell’Inter. Un buon estremo difensore tanto da essere arrivato là dove è arrivato ma non così buono da trovare un po’ di spazio durante i 90 minuti di una gara ufficiale in sei anni di Inter. Sette, se si considera anche il 2000/2001, l’anno del suo passaggio al professionismo.

Neanche un minuto – ad oggi – in A o nelle coppe con i Nerazzurri. Cosa che quasi certamente sarebbe successa se avesse scelto un club di metà classifica o di Serie B. Come quando a cavallo del decennio con Sampdoria e Lazio disputò un pugno di partite nella massima categoria e in Coppa Italia. O quando, all’inizio della sua carriera, con la Ternana fece tre campionati di B da titolare. Esperienza ripetuta per soli sei mesi con la Salernitana nel 2009.

Il ruolo di terzo portiere, per quanto privo dello stress che comporta l’ansia da prestazione, non è per tutti. Proprio perché è chiaro che quasi al cento percento non si scenderà mai in campo, se non per festeggiare o disperarsi per le prestazioni altrui. Come un tifoso qualsiasi ma con il privilegio di allenarsi durante la settimana con i campioni per i quali poi ci si sgola alla ‘domenica’. E Tommaso è a livello ultrà, tanto che nella stagione 2019/2020 si è guadagnato un paio di espulsioni da panchinaro.

Accettare di non sudare mai durante quello che dovrebbe essere il momento clou dell’allenamento quotidiano, senza diventare un problema per l’equilibrio delicato dello spogliatoio è fondamentale. Un segno di grande maturità e consapevolezza che Berni incarna perfettamente. E l’Inter lo sa e lo remunera parecchio bene: lo stipendio di Tommaso è di 370mila euro lorde all’anno, un netto di 200mila.

La cifra non deve ingannare, è una miseria se messa a paragone con quella dei suoi colleghi. Per il numero 46 dei Nerazzurri, tuttavia, è più che sufficiente per dare un futuro alla sua bellissima famiglia, ha una figlia nata all’inizio della quarantena, e alle sue passioni, la musica e i viaggi su tutte. Tommaso Berni – che su Instagram scrive quasi sempre solo in inglese e si definisce «cittadino del mondo… Perché siamo tutti fratelli del mondo… Fratelli delle stelle» – è un millennial paziente e la pazienza, e chi lo conosce ne è certo, paga.

 

Tommaso Berni sui social:

Instagram

LEGGI ANCHE:

Guarda il nostro Catalogo dei Millennial, potresti riconoscerti 😉

Leggi anche: