Catalogo dei MILLENNIAL: Yannick Agnel. La tua enciclopedia dei millennial

9 Dicembre 2021
1128 Visualizzazioni

Chi è Yannick Agnel, l’olimpionico francese arrestato per violenza sessuale

NOME: Yannick Agnel
LUOGO DI NASCITA: Nîmes (Francia)
DATA DI NASCITA: 9 giugno 1992
SETTORE: Sport, Crimine
NAZIONALITÀ: Francese
MILLENNIAL FACTOR: Precoce

Chi è?

La notizia dei suoi successi, quando vinceva, è risuonata in tutto il mondo: merito del palcoscenico naturale che sono di norma i giochi olimpici. Ora la notizia del suo arresto per violenza sessuale rimbomba con altrettanto frastuono in giro per il globo. Perché dalle stelle potrebbe – il condizionale come si dice in questi casi è d’obbligo – passare alle stalle. Che nel suo caso specifico sarà una cella di un carcere francese.

L’arresto per violenza sessuale

Yannick Agnel, “Le Squale”, ovvero il miglior nuotatore che la Francia abbia mai portato alle olimpiadi è finito nell’occhio del ciclone per un presunto caso di violenza sessuale su un minore di 15 anni. Il 9 dicembre 2021 è stato arrestato nella Ville Lumière, secondo quanto emerge dalla stampa locale. «Fermato a Parigi e portato in stato di arresto a Mulhouse», ha spiegato il procuratore della Repubblica di Mulhouse, Edwige Roux-Morizo.

La gloria olimpica del miglior Yannick Agnel

Un mostro assoluto del nuoto fin da ragazzino. In Francia si fece notare anche per essere l’unico rimasto fedele al costume classico: al posto delle tute ultra tecnologiche che usavano i suoi avversari. Nel 2012, ai Giochi di Londra, è stato veloce in acqua come pochi nello stile libero: due ori (200 metri e staffetta 4×100) oltre all’argento nella 4×200. Ma le sue prestazioni erano state maiuscole anche nella 100 e nelle altre staffette.

Dopo quel glorioso momento olimpico e qualche altra dorata medaglia arrivata dai mondiali, un po’ per il cambio di allenatori e di metodo – spostandosi dalla Francia agli Stati Uniti – un po’ per alcune sfortune fisiche, quest’omone di oltre due metri e 50 di piede non ha più vinto altro. Nella sua carriera sportiva, e questo lo si può dire senza aver timore di sbagliare, il millennial è uno di quelli che ha certamente raccolto molto meno di quanto avrebbe potuto.

Negli ultimi anni si era dedicato alla tv, come commentatore ma anche alla letteratura. Nei giorni scorsi su Instagram aveva annunciato di aver concluso il suo primo libro e che l’uscita prevista era per gennaio 2022. «Ho appena inviato il manoscritto del mio primo romanzo, “Le Radici del Sole”… Non vedo l’ora di rivelarvi di più», diceva. Ora avrà molto più da rivelare agli investigatori per i fatti contestati. Violenze che risalirebbero al 2016, anno in cui venne sbattuto fuori anche dal club sportivo di cui faceva parte. Che storia.

Yannick Agnel sui social

Instagram

LEGGI ANCHE:

Guarda il nostro Catalogo dei Millennial, potresti riconoscerti

Foto in copertina dal suo profilo Instagram

Leggi anche: