fbpx

In Islanda hanno trovato un modo per non essere più schiavi delle email

25 Maggio 2022
66 Visualizzazioni

Qual è la parte migliore del venerdì? Pensiamoci un attimo. L’aperitivo? Netflix e film, oppure l’inizio del weekend? Sono tutte opzioni allettanti, ma il fine settimana inizia in un momento ben preciso, subito dopo le 5 di pomeriggio, quando spegniamo il computer e diciamo addio all’ultima email. Non importa cosa contiene, non importa se è urgente. Sarà un problema del lunedì. 

Siamo schiavi delle email? Inutile pensarci e fare giri di parole. Inutile arrovellarci, che poi ci sale la depressione. La risposta è affermativa e lo sappiamo, lo sappiamo benissimo.
La posta elettronica detta il ritmo della nostra vita
. Nulla di nuovo, diciamo che negli ultimi due anni ci abbiamo fatto l’abitudine, soprattutto da quando lo smart working è diventato una pratica diffusa.
C’è un modo per disintossicarsi? Dal freddo nord arrivano buone notizie, sembra che in Islanda abbiano trovato un modo per non essere più schiavi delle email. Per fortuna sono stati generosi e hanno deciso di condividere i loro consigli. Ecco come fanno. 

A salvarci dalla schiavitù della mail ci penserà il cavallo 

Il metodo in realtà è molto semplice: quando arriva un’email non rispondere, lascia che lo faccia il cavallo. Sì, esatto, il cavallo. L’idea arriva dall’agenzia turistica Visit Iceland, che ha messo in piedi questo stratagemma per permettere ai turisti di staccarsi completamente dalle notifiche della posta elettronica dedicando al 100% all’esperienza vacanziera.

L’iniziativa si chiama “Outhorse your email”, il servizio è gratuito e davvero divertente. Per attivarlo basta andare sul sito visiticeland.com, scegliere il cavallo (ce ne sono 3: chi “scrive veloce ma ama fare un pisolino”, quello “efficiente con la criniera luccicante”, e quello “amichevole che ama le battute”), inserire la propria email e i giorni off.
Il nobile destriero farà il resto, rispondendo a tutti i messaggi indesiderati che arrivano durante la vacanza.

Godersi il tempo 

“Quando i visitatori si recano in Islanda vogliamo che sperimentino appieno tutto ciò che la nostra nazione ha da offrire, dalle esperienze mozzafiato, ai paesaggi incredibili e ai volti amichevoli – ha spiegato a The Drum Sigríður Dögg Guðmundsdóttir, capo di Visit Iceland – Il nostro servizio ‘OutHorse Your Email’ consente loro di fare proprio questo, elimina quella pressione che ci costringe ad essere sempre rintracciabili, permettendo ai turisti in vacanza di rallentare, dimenticando il computer”. 

“I nostri cavalli creano una gamma di email uniche – ha aggiunto Jelena Ohm, project manager di Horses of Iceland – hanno scelto volontariamente di unirsi al servizio e di aiutare i viaggiatori”.
Non è ancora chiaro quale sia l’esatto contenuto che riceveranno i mittenti delle vostre email, un video pubblicitario mostra il dietro le quinte dello spot: un gruppo di persone cerca di insegnare ai cavalli come battere gli zoccoli sull’enorme tastiera; i risultati non sono scarsi, ma c’è sicuramente margine di miglioramento, visto che il messaggio recita: “”wFwhxsqjnz gmsrqaaaaaaaaaaaaa”.

Leggi anche: