fbpx

Gli influencer con più follower al mondo e il caso italiano di Khaby Lame

2 Giugno 2021
761 Visualizzazioni

Mondo social: ad aprile 2021 è uscita la classifica dei più seguiti di sempre.

Fra i 50 influencer più seguiti ci sono cantanti, attori, sportivi, comici, politici. I profili più seguiti hanno oggi tante professioni e nazionalità diverse. Però, mancano in questa lista personaggi italiani. Non siamo abbastanza famosi?

Un account che ottiene un gran seguito è un profilo social ricco e potente, capace di spostare grandi correnti di pensiero e di catturare l’attenzione in pochi secondi. Siamo in grado di comprendere come la diffusione di messaggi possa oggi essere veicolata in pochi click.

I social media sono un equalizzatore di potere capaci di trasformare il seguito di Youtube o TikTok in un vero e proprio potere da star. Non è un caso che anche la classe politica si sia convertita al mondo digitale: Barack Obama su Twitter è il primo per numero di follower – e solamente perché Donald Trump (che ne contava oltre 140 milioni) è stato bandito e bloccato da più piattaforme.

Promotori di sé stessi: gli influencer più seguiti

Ad aprile 2021 ci sono 50 influencer che contano milioni di follower in tutto il mondo. Il profilo più seguito è Cristiano Ronaldo con oltre 500 milioni di follower. Fra gli sportivi, gli sono secondi Lionel Messi e Neymar, rispettivamente con 298 e 283 milioni di follower.

Non sorprende però che siano le celebrità del mondo della musica a regnare in termini di audience. Metà dei top 50 influencer è infatti una pop star. Proprio su Instagram gli artisti di tutto il mondo costruiscono la loro community e, negli ultimi anni, diverse personalità hanno scisso il mondo dell’arte per essere semplicemente promotori di sé stessi: è il caso delle famiglie Kardashian e Jenner, la cui fama da reality TV si è velocemente trasformata in un impero di affari; Kylie Jenner conta da sola 333 milioni di follower mentre la sorella Kim Kardashian 319.

Influencer fra generazioni: vincono i millennial

Non sono solo le celebrità a dominare i social media. Sempre più attivo appare il fenomeno dei microinfluencer. Influencer su TikTok come Charli D’Amelio e Youtuber come Felix PewDiePie che nel breve tempo hanno trasformato la loro passione per i social in un business reale e proficuo. Personalità giovani, smart, improntate al cambiamento istantaneo. Sono infatti le generazioni più giovani ad essere cresciute insieme ai social.
Dei 50 top influencer ben 33 fanno parte della generazione millennial, mentre appena 10 appartengono alla generazione precedente, quella X. A uscirne penalizzati sono gli influencer più “anziani”, cioè quelli della generazione baby boomer – quella di Ellen DeGeneres – che nella corsa alla fama stanno velocemente venendo soppiantati dalla generazione Z, i giovanissimi.

Gli italiani non sono abbastanza famosi, ancora

Appare infine evidente la mancanza di personalità italiane all’interno di questa classifica. Persino nomi che in Italia suonano enormi e hanno un seguito capace di fa virare l’opinione pubblica non appaiono nella lista dei top 50. In effetti il numero di follower che Chiara Ferragni e Belen Rodriguez hanno raggiunto è effettivamente alto, ma non paragonabile a quello richiesto per entrare nella top 50. Inoltre il loro seguito è molto italianizzato e comprende solo pochi follower stranieri.

Qualcuno che invece ha scalato la classifica degli italiani più seguiti è Khaby Lame, divenuto famoso in poche ore grazie a un format di video su TikTok. La sua idea consiste nel mostrare come i tutorial online siano a volte assolutamente demenziali e questo format molto basic lo ha reso il profilo di cui tutti parlano in questi giorni. La stampa internazionale la definisce come “l’idea più semplice e geniale del 2021” e ipotizza che Khaby potrebbe essere il primo influencer italiano a scalare il ranking dei top 50.

Leggi anche: