Maradona y Pelè dei Thegiornalisti: in estate, meglio l’amante del fidanzato

Consuelo Crespi
10 Giugno 2019
1784 Visualizzazioni

“Maradona è megl’ ‘e Pelé” cantano i Thegiornalisti nella nuova hit estiva Maradona y Pelè. Questo per dire che un buon amante è sempre meglio di un ragazzo stabile, soprattutto se siamo in Estate e poi… chi tra i due segnava più goal?

 

Il sondaggio Fifa

Nella storia del calcio si è spesso discusso sul calciatore più bravo di sempre: è meglio Maradona o Pelè? Per rispondere a questa domanda, negli anni 2000, la Fifa ha creato un referendum online.

La federazione era sicura della vittoria di Pelè, perla nera del calcio mondiale, un riferimento stabile, un attaccante sovrumano: più di 1000 gol segnati. Ma, contro i pronostici, il sondaggio ha portato alla vittoria il pibe de oro, Maradona, con il 53,6% dei voti. Un personaggio contrastato, esibizionista, provocatore nel gioco e nella vita privata.

 

Se Pelè è la certezza del calcio, Maradona è il campione ribelle, ed è sicuramente difficile scegliere tra due professionisti di questo calibro, in grado di segnare goal potenti, decisi, che entrano fino al fondo della rete, facendoci godere.

 

Sì, d’accordo…ma adesso è estate…

Adesso, con l’arrivo dell’estate la domanda se sia meglio Pelè o Maradona si traduce in linguaggio da spiaggia: è meglio il mio ragazzo stabile o questo fico abbronzato che gioca a racchettoni davanti a me? Se il fidanzato è Pelè, l’amante estivo è sicuramente Maradona… e quindi che fare?

 

Secondo i TheGiornalisti, nel testo Maradona y Pelè, l’argentino batte il brasiliano Pelè,

ma soltanto perché siamo in Estate, stagione in cui tutto è magicamente concesso.

“L’estate fa strani scherzi, sulla bocca, in un sorriso”. Canta Tommy Paradiso nelle radio dei Lidi Italiani, e mentre sorseggiamo il nostro Mojito, desideriamo segretamente la scappatella estiva.

In Estate, vivere avventure che si differenziano dall’ordinario è la prassi. Così ci mettiamo in gioco per non apparire sfigati. Iniziamo una nuova partita e l’obiettivo è uno solo: piazzare gol… in poche parole zkopare.

Ci sfidiamo nello scottante campo da gioco della spiaggia, e quando gli ormoni sono caldi e i corpi nudi, rimanere fedeli è difficilissimo.

Fisiologia della scappatella

In vacanza, gli elementi di gioco sono perfettamente combinati per garantire la trombata facile: le ragazze sono più agguerrite del solito perché giocano fuori casa. Quindi, non temendo le critiche di paese, ciucciano con più pathos i loro Calippi, “Le labbra fanno la differenza”, cantano i Thegiornalisti nel testo di Maradona y Pelè.

Si sdraiano sulla battigia con la schiena inarcata e il lato b fuori dall’acqua, aspettano che qualcuno spruzzi crema solare sulle loro schiene.

I ragazzi invece danno libero sfogo alla loro ossessione di vederci bagnate: ci prendono di forza e ci lanciano in mare, ci schizzano quando l’acqua è fredda, si comprano pistole spray per infastidirci mentre dormiamo.

Se ogni nostra azione da spiaggia diventa sessualizzata, come è possibile evitare la scappatella estiva?

L’estate non ci rende razionali e come dicono i Thegiornalisti nel testo di Maradona y Pelè, seguiamo il ritmo animale. Se tutti intorno a noi sono in calore, copiamo di conseguenza.

Entriamo in simbiosi col branco circostante, forse inconsciamente, e mentre il nostro ragazzo ci scrive “Mi manchi” su Whatsapp, noi abbiamo già puntato il Maradona del locale, quello che la triplette ce la garantisce sicuro.

 

Che poi, in fin dei conti, non si può considerare la scappatella estiva un tradimento, è più simile ad un rituale d’accoppiamento da onorare. Ci prepariamo con 11 mesi di palestra per essere pronti ad esibire un corpo trombabile per 5 giorni di vacanza, ed è molto importante che qualcuno ci premi.

La scappatella estiva è la ricarica giusta per affrontare un altro inverno coi propri fidanzati. Dopo un po’, l’unica salvezza alla routine è rifugiarsi in ricordi positivi e fugaci, proprio come quella volta in spiaggia, con una ragazza di cui non ricordi bene il nome, ma che rimarrà per sempre bella, selvaggia e abbronzata, nei tuoi pensieri.

E se tutto è andato bene, per lei sarai sempre il bomber di quella sera, quello dal goal sicuro, proprio come il grande Maradona.

 

 

 

Maradona y Pelè testo

 

Le labbra fanno la differenza

In un volto, in un viso

L’estate fa strani scherzi

Sulla bocca, in un sorriso

I ragazzi hanno finito la scuola

E c’è chi è già partito per il posto del cuore

Controvento e senza un filo di trucco

Le ragazze son belle, sono piene di vita

Questa notte è un frigorifero rotto

È una canzone che non fa dormire

E allora sogno a bestia una pioggia tropicale

Dove siamo soli e tu inizi a ballare

Io ti vengo appresso ritmo animale

Baby siamo in area siamo pronti a colpire

Come due spari del West

Come due spari del West

Come due spari

Noi crediamo in Robert De Niro

Nella Tigre di Mompracem

Nella storia che sanno tutti

Maradona è megl’ ‘e Pelé

È megl’ ‘e Pelé

Le labbra fanno la differenza

In un volto, in un viso

I campioni fanno fuoco a Ibiza

Con la testa al ritiro

E forse all’ultimo cocktail

Mentre al massimo io vado in giro

Dentro un paio di boxer

Tra la luna e il salotto

Questa notte sono io che son rotto

C’è una canzone che non fa dormire

E allora sogno a bestia una pioggia tropicale

Dove siamo soli e tu inizi a ballare

Io ti vengo appresso ritmo animale

Baby siamo in area, siamo pronti a colpire

Come due spari del West

Come due spari del West

Come due spari

Noi crediamo in Robert De Niro

Nella Tigre di Mompracem

Nella storia che sanno tutti

Maradona è megl’ ‘e Pelé

È megl’ ‘e Pelé

E allora sogno a bestia una pioggia tropicale

Dove siamo soli tu inizi a ballare

Io ti vengo appresso il ritmo animale

Baby siamo in area, siamo pronti a colpire

Come due spari del West

Come due spari del West

Come due spari

Noi crediamo in Robert De Niro

Nella Tigre di Mompracem

Nella storia che sanno tutti

Maradona è megl’ ‘e Pelé

È megl’ ‘e Pelé

È megl’ ‘e Pelé

 

LEGGI ANCHE:

Nel testo C’est la vie di Achille Lauro c’è cuore o soltanto una certa voglia di piacere?

Catalogo dei MILLENNIAL #29 Chi è Achille Lauro. 

Chi è Mahmood, il cantautore moroccan pop vincitore di Sanremo