fbpx

Ecco 7 cantanti afro italiani millennial da non perdere (alla faccia bianca di Sanremo)

Daniele Franchi
24 Dicembre 2020
605 Visualizzazioni

Sette cantanti afro-italiani millennial da mettere in cuffia nel 2021 (alla faccia bianca di Sanremo).

A contrastare un Sanremo 2021 bianco e che pullula di millennial manca una componente socialmente rilevante. Non siamo però qui a combattere per loro o altro, non ci interessa. Voler avere a tutti i costi dei cantanti afro-italiani ha poco a che fare con la musica e combattere sarebbe uno spirito da white-savior. Quello che ci piace fare è stimolarvi e darvi degli spunti.

La musica è fatta dagli strumenti. Per strumenti intendo proprio gli elementi che combinati nelle giuste dosi con ispirazione creativa danno vita alla musica. Questi ingredienti sono spesso composti dai riferimenti culturali e biografici del soggetto (o dei soggetti) e da quelli musicali. Perché no anche da quelli linguistici e religiosi. Se usi sempre la stessa acqua e farina, per quanto potrai cambiare le proporzioni otterrai sempre qualcosa di simile rispetto a quello che otterresti con farine e acqua di origini diverse.

Un afro-italiano anche se coetaneo di Fedez avrà per forza una storia diversa da lui e dei riferimenti musicali distanti. Questo si traduce in musica diversa. Vorrei dirvi che c’è differenza tra Fedez, Lo stato sociale e Irama, non lo so non li ascolto. Sono però certo che la differenza (musicale n.b.) non sarà mai ampia come quella che c’è con uno degli artisti sotto elencati.

Della diversità musicale noi di The Millennial vogliamo farci bandiera e non di quella sulle origini. Ecco quindi che vi proponiamo 7 cantanti afro-italiani da ascoltare per arricchire (che termine coloniale) le vostre vite.

Fula – Maldafrica

Cresciuto a Cosenza F.U.L.A., è un artista italo-senegalese classe 1993.

“Sanno dei diamanti, sanno del Sahara, nessuno sa di Lumumba e Sankara.
E c’è molto di più, siamo veri leoni,
anche in altre Nazioni: gioia, forza, colori, radici e canzoni”

Apple Music, Spotify, Amazon Music e Tidal di FULA
Profilo Instagram di FULA

Epoque – Petite

Nata nel 1994, torinese con origini congolesi ci presenta la sua versione italiana di afrotrap.

Ascolta Epoque su Spotify
Profilo Instagram di Epoque

Cecile – Negra


Cecile Vanessa Ngo Noug è nata a Roma nel 1994 da madre camerunense. Si è presentata come nuova proposta a Sanremo nel 2016 con un ritornello esplicito capace di far accapponare la pelle. Realizzato anche in versione inglese.
Credo ora sia in gara ad X-Factor 2020.

“C’è chi si vanta di ideali dove negri ed omosessuali
indifferentemente sono tutti uguali,
cioè diversi e in quanto tali sono da trattare differentemente dai normali e questo fa paura”

Ascolta Cecile su Spotify
Profilo Instagram di Cecile

Mudimbi – ballo

Avevamo già parlato di lui quando raggiunse il podio a Sanremo giovani 2018 con il brano radiofonico “Il mago“. Da poco è fuori con con il nuovo album Miguel.
Classe 1986 è un cantautore italiano irriverente, di origini congolesi.

Ascolta Mudimbi su Spotify
Profilo Instagram di Mudimbi

Vhelade – Oro Nero

Nata nel 1985 a Milano in una famiglia di artisti, da padre zairese (attuale Congo) e madre sarda. Si approccia fin da bambina alla musica.

Vhelade è su Spotify
Segui Vhelade su Instagram

Tommy Kuti – Afroitaliano

Forse la canzone più celebre sul tema, presentata come un vero e proprio manifesto pieno di esempi concreti.
Tommy Kuti nasce in Nigeria nel 1989, vive in Italia dal 1991.

“La prima volta che ho detto ti amo,
ti giuro, l’ho fatto in Italiano”.

Ascolta Tommy Kuti su Spotify
Tommy Kuti è su Instagram

Chris Obehi – Cu Ti Lu Dissi

Nel suo video più celebre ricanta un classico della musica siciliana di Rosa Balestrieri.
Da pochissimo è uscito con un album Obehi dove alterna italiano ed inglese.
Chris Obehi nasce in Nigeria nel 1998 (ok non è un Millennial). Nel 2015 fugge dal suo paese.

Ascolta il nuovo album di Chris su Spotify
Profilo Instagram di Chris Obehi

 

Due nomi che dobbiamo menzionare assolutamente, anche se non presenti in questa lista per ragioni di spazio, sono quello di Sista Awa e Lina Simons. Non sono state inserite perché la maggioranza delle loro produzioni è in lingua inglese ma sono entrambe un vanto nazionale di cui dobbiamo essere orgogliosi.

Se vi interessa l’argomento musica italiana fatta da persone che non hanno origini italiane siamo certi che apprezzerete anche questi due artisti:

Joan Thiele – Le vacanze

Joan Thiele, nata nel 1992, è una ragazza di origine colombiane di incredibile e incutibile talento. Passa l’infanzia tra la Colombia, il Canada, i Caraibi, l’Inghilterra e il Lago di Garda, luoghi che segnano la sua produzione musicale.

Ascolta in streaming Joan Thiele

Diamante – Bahia


Diamante ha origini brasiliane nella sua ultima pubblicazione canta la sua terra d’origine.

“Le label vogliono che parli della vita, ma se non parlo io, qui, chi parla?”

 

Leggi anche: