fbpx

Coca Zero inno generazionale. Testo e significato del brano dei Pinguini Tattici Nucleari

6 Maggio 2023
1096 Visualizzazioni

Coca Zero è il nuovo singolo dei Pinguini Tattici Nucleari, un mini viaggio nel tempo che ripercorre i bei (e non) tempi passati all’insegna di un continuo cambiamento.

La band bergamasca si conferma ancora una volta portavoce del nostro tempo. Coca zero è il brano lanciato il 31 marzo 2023 subito dopo l’uscita del nuovo album Fake News. Un brano che questa volta salta a piè pari il tema amoroso per tuffarsi in un’ondata di ironica nostalgia e speranza verso un futuro in continua evoluzione.

Significato del testo di Coca Zero

Coca Zero è il brano dello scontro, o meglio, dell’incontro generazionale. Dal tema del gender fluid all’identità digitale dello Spid, i Pinguini ci tengono a ricordare alle vecchie generazioni che i tempi sono cambiati, e da qui non si scappa.

Un misto di ironia, riferimenti storici, sonorità pop e temi di grande attualità che farà ricredere anche i più alternativi radical chic, quelli che il pop italiano proprio non lo possono soffrire. Quando si parla di gender, di sostenibilità, di mode e persino di Onlyfans… tutto troppo vero per non ritrovarcisi.

Riccardo Zanotti, leader della band, dice:

“Coca zero è un pezzo che parla di cambiamento. È nato dal fatto che la Coca-Cola è sempre stata tra le mie bibite preferite, ma ultimamente mi sono reso conto che preferisco la Coca Zero. Forse perché sto crescendo o, forse, perché il mondo intorno a me sta cambiando.”

Testo di Coca Zero dei Pinguini Tattici Nucleari

Signora mia, che cosa vuole che le dica
Sua nipote e la sua amica
Hanno fatto coming out
Sono pan, mica pan per focaccia
E per quanto a lei non piaccia
Qui si pone un aut aut.
Il lume della ragione s’incendia
Se il boomer non dà ragione al millennial
E muore chi non si adegua
Alzi la testa tipo la giraffa di Lamarck
E si lamenti che viviamo in una società dove

Toglieranno Gesù dalla parete
Mentre lei rimpiange di quando c’era lui
L’inno di Mameli si canterà in inglese
Nel paese pure al bar si parlerà di gender fluid

Signora mia, tutto cambia e lei sta dietro
Chissà per quanto reggerà la legge di Pareto
Signora mia, la vedo alzare gli occhi al cielo
Non si ordina più Coca Cola, solo Coca zero

Coca zero
Coca zero
Coca zero
Coca zero

Signora mia, se non le basta la pensione
Con un poco di passione
Può sbancare su OnlyFans
Il ghiaccio scioglie ma il bicchiere è mezzo pieno
Oggi non festeggeremo con la pizza in Supercar
E ieri ha visto una frase intelligente sul Facebook
Si diceva che le giacche e le cravatte fan più danno dei tattoo
Non lo so, sarà che è un po’ di tempo che fan più casino i papillon.

Toglieranno Gesù dalla parete
Mentre lei rimpiange di quando c’era lui
L’inno di Mameli si canterà in inglese
Nel paese pure al bar si parlerà di gender fluid.

Signora mia, ogni mito c’ha il suo me too
Ma non si arresta l’ordine che si è costituito
Signora mia, la vedo alzare gli occhi al cielo
Non si ordina più Coca Cola, solo Coca zero

Coca zero
Coca zero
Coca zero
Coca zero

Dopo l’ebbrezza di giocare a Need for speed
Vedrà che sua nipote torna a casa e poi le insegna a far lo Spid
L’Italia è tutta qui
Un Paese di vecchi difetti che fan pace con sensi di colpa giovani
C’è chi alla fama domani preferirebbe del cash oggi
Chi per un ideale fa la fine di Khashoggi
Ma tu, mi raccomando, dai del lei a chi non conosci
E cerca l’oro alla fine di ogni rainbow washing

(Coca zero) Il mondo non ti aspetta
(Coca zero) Lui gira, ruota e cambia
(Coca zero) Chi urla alla marchetta
(Coca zero) È il primo che poi canta

Coca zero
Coca zero
Coca zero
Coca zero

Video di Coca Zero

Leggi anche: