fbpx

I Guns N’ Roses faranno un concerto in Italia ma il passato non torna

6 Aprile 2021
1137 Visualizzazioni

Paradise City Milano e lo stadio San Siro lo saranno per alcune ore il 10 luglio 2022. Covid permettendo, naturalmente.

I Guns N’ Roses torneranno a fare un concerto in Italia. Un’unica data, annunciata quindici mesi prima, nel bel mezzo dell’ennesima ondata della pandemia covid, e a prescindere dallo spettacolo puro e crudo quel giorno conteranno soprattutto le emozioni. Non certo le eventuali stonature che rimbomberanno al Meazza per il fiato corto di Axl Rose, che negli anni di gloria è stata una delle migliori voci dell’hair metal.

I biglietti per il concerto dei Guns N’ Roses

Le loro ultime esibizioni hanno ampiamente dimostrato che piacciono lo stesso anche se non sono più gli stessi. E ogni volta, un po’ ovunque nel mondo, si scatena una sorta di lotta generazionale per accaparrarsi i biglietti per i concerti.

Il loro Not in This Lifetime Tour, prodotto da Live Nation, ha venduto oltre 5 milioni e mezzo di biglietti, divenendo il terzo tour con il maggiore incasso di sempre. Al Firenze Rocks nell’estate del 2018, l’ultima volta su un palco in Italia, i Guns N’ Roses si esibirono anche durante il concerto dei Foo Fighters, regalando una performance divenuta immediatamente virale nel mondo.

I Guns N’ Roses amati da boomer e millennial

Uno spettacolo che chiama in causa per lo meno quattro generazioni di amanti del rock targato anni ’80 – ’90. I boomer che negli eccessi dei rockettari cercavano di rilanciare la loro gioventù. Quelli della generazione X, nel pieno dell’adolescenza ribelle o appena avviati verso l’età matura, che tarderà anni in arrivare.

I millennial, certamente, che in quegli anni scoprivano la vita, il chiasso, la musica e i videoclip. E, incredibilmente, anche un po’ a sorpresa, una nutrita pletora di gen Z che di Axl Rose, Slash, Duff McKagan e compagni si sono innamorati.

Anche se dei compagni “nuovi” un po’ meno. Perché anche se ufficialmente la formazione non si è mai sciolta, gli addii eccellenti dopo il declino e le sostituzioni dei membri come se di fantarock si trattasse non hanno certo giovato alla causa. Per fortuna, dopo la reunion con il ritorno di Slash e McKagan, la barca è tornata a galla.

Anche se prima di ogni loro esibizione live la principale avvertenza per l’uso da tenere ben presente, e che dovrebbe trovarsi scritta a caratteri cubitali nel biglietto per entrare al concerto è una: «Non sono più gli anni ’80. E di anni ne sono passati 40. Godetevi lo spettacolo lo stesso: emozionatevi».

Leggi anche: