fbpx

“Dove Quando”, testo e significato del brano della PFM

14 Novembre 2022
338 Visualizzazioni

PFM e la canzone “Dove Quando”

“PFM 1972-2022” è il titolo del tour che sta portando la PFM – acronimo per Premiata Forneria Marconi – a suonare nei migliori teatri italiani. Si passa da “Storia di un minuto” (1972) a “Ho sognato pecore elettriche” (2021), “abbracciando nel frattempo la poesia di Fabrizio De André”. Le prossime tappe in cartellone sono a Torino (16 novembre), Varese (19), Milano (22 e 23, durante la Milano Music Week) e Firenze (25 novembre).

 

PFM: uno stile unico

“Dove Quando” è un brano tra i più incisivi contenuti in “Storia di un minuto”, l’album d’esordio della PFM, il primo capitolo di una storia infinita che li ha collocati in una posizione di prim’ordine nella storia della musica, non soltanto italiana, autentici pionieri e precursori italiani del progressive rock, genere capace di sublimare rock e classica facendo proseliti in tutto il mondo. “Dove Quando” è un’autentica suite, che si divide in due parti, la prima è cantata, la seconda è strumentale. Suonata in maniera magistrale, figlia di un’epoca nella quale si sapeva sperimentare e soprattutto osare.

Il significato di “Dove Quando”

“Dove Quando” è una canzone d’amore? Se si, dedicata a chi? Ascoltandola si ha subito la sensazione di essere trasportati in una favola, complice l’esecuzione con una serie di strumenti meno convenzionali quali mellotron e più canonici come le chitarre classiche e il pianoforte. “Dove Quando” va dritta al punto, in maniera soave ma allo stesso tempo molto decisa: è un invito a cogliere l’attimo, a non attendere che accada quello che non accadrà mai, se davvero non lo si vuole con tutte le proprie forze. “la fretta di te” non lascia spazio a tentennamenti di sorta: se si desidera la “principessa del cielo che avrò” è tempo di agire e di tramutare i sogni in realtà.

Il video di “Dove Quando”

 

Il testo di “Dove Quando”

Dove stai? Dove sei?
Solo dentro me.
Cosa fai? Come sei?
Solo come me.

Inventarti qua e là
È gioco vecchio oramai:
Bussa già
La fretta di te.

Che farai amore mio,
Che sorriso avrai?
Dai tuoi sì dai tuoi no
Cosa imparerò?

Principessa serena del cielo che avrò,
Bussa già la fretta di te,
Bussa già la fretta di te,
Bussa già la fretta di te

Sito internet

www.pfmworld.com