fbpx

5 consigli per creare una squadra di Fantasanremo vincente

2 Febbraio 2023
3213 Visualizzazioni

Se siete ritardatari e non avete ancora creato la vostra squadra per il Fantasanremo affrettatevi: c’è tempo fino a lunedì 6 febbraio alle 23:59. Per chi ancora non lo conoscesse, si tratta del gioco che l’anno scorso ha spopolato durante le serate di Sanremo, facendo gridare a tutti gli artisti parole come «Papalina», «Fantasanremo» e i saluti a «zia Mara».

Il funzionamento è semplicissimo: entro il giorno prima dell’inizio del Festival della musica italiana è possibile creare una squadra di 5 componenti, scegliendo tra questi un capitano. Quest’ultimo vedrà raddoppiati i propri bonus (e malus) durante la finale, motivo per cui è importante sceglierlo bene. Nel corso di ogni serata verranno assegnati dei bonus e dei malus a tutti gli artisti e sarà possibile confrontare il proprio punteggio con gli amici entrando in una Lega.

Se siete in crisi con la scelta dei cantanti da giocare al Fantasanremo, ecco alcuni consigli per formare una squadra vincente e sbaragliare i vostri amici.

1. Gioca i Baudi informandoti anche sugli artisti “minori”

Per creare la propria squadra al Fantasanremo si hanno a disposizione 100 Baudi, che funzionano più o meno come una sorta di moneta di scambio. A ogni artista è assegnato un “prezzo”: i big valgono più Baudi, mentre i cantanti meno conosciuti sono quelli più economici. Tra i più costosi troviamo ad esempio Giorgia, che vale 25 Baudi, Marco Mengoni (26 Baudi) e Ultimo (27). A valere meno Baudi sono invece alcune nuove promesse come gIANMARIA (17 Baudi) e Leo Gassman (18).

Siccome i big valgono molti Baudi, è necessario sapersi destreggiare nella scelta degli artisti “minori”, che, pur costando poco, possono dare molte sorprese nei punteggi del Fantasanremo. Tra questi, vanno osservati Leo Gassman, Shari, gIANMARIA, Colla Zio, OLLY, Sethu e Will. La scelta di una di queste promesse della musica italiana potrebbe rivelarsi decisiva.

2 Tieni d’occhio i social

Tenersi aggiornati guardando i canali Instagram e TikTok di alcuni dei cantanti può essere un’ottima strategia in vista del Fantasanremo. Molti artisti, come ad esempio Ariete, hanno infatti dato a vedere di aver letto il regolamento e sembrano avere alcuni assi nella manica per raccogliere più bonus possibile. Scegliere concorrenti che sono a conoscenza dei punteggi può essere utile per evitare di incappare in malus accidentali.

3. Fai attenzione alle regole

Sul sito di Fantasanremo è disponibile il regolamento con tutti i bonus e malus. Darci un’occhiata può essere utile per capire quali saranno i possibili punteggi dei cantanti. Bisogna poi fare attenzione: alcuni bonus sono cambiati rispetto all’anno scorso. Giusto per fare un esempio, indossare gli occhiali da sole sul palco nel 2022 era considerato un malus, mentre quest’anno è stato istituito un Bonus Dargen di +5 punti. Al contrario, urlare «Fantasanremo» sul palco è diventato un malus: l’artista che nomina la competizione durante la diretta riceverà un malus di -10 punti.

4. Scegli un buon capitano

La scelta del capitano può rivelarsi decisiva per la vittoria. Il concorrente che scegliamo come leader del nostro team riceverà durante la finale il doppio dei punti, motivo per cui è utile scegliere qualcuno che riteniamo possa vincere il Festival di Sanremo 2023 o, almeno, ricevere uno dei Premi della Critica. Se avete Elodie, Giorgia, Mengoni o Ultimo in squadra può essere una buona mossa sceglierli come capitano. Sconsiglio invece di dare il ruolo di leader a qualcuno che rischia di trovarsi nelle posizioni più basse: sebbene l’ultimo classificato riceva un bonus di +50 punti (che verrebbe dunque raddoppiato), si rischia di trovare il proprio capitano in penultima posizione, ricevendo così un malus di -20 (a sua volta raddoppiato).

5. Divertiti insieme alla tua squadra

Può sembrare un consiglio banale, ma il Fantasanremo nasce per divertirsi. Seguire il Festival con i propri amici – esultando se il proprio cantante vince un bonus o borbottando quando rischia qualche malus – è un modo per vivacizzare le (lunghissime) serate di Sanremo. Nel formare il proprio team, è dunque meglio scegliere un artista che ci piace e per cui vogliamo fare il tifo. Prendere in squadra un concorrente che odiamo solo perché pensiamo possa farci fare un bel punteggio rischia di rovinarci la serata. Il consiglio è quello di vivere il Fantasanremo come una festa dentro a una festa più grande: un gioco per godersi ancora di più questi giorni di pura musica.

Leggi anche: