fbpx

“I suicidi”, testo e significato del brano di gIANMARIA (inedito di X Factor)

19 Settembre 2021
330 Visualizzazioni

Gesti e testi estremi.

Con “I suicidi” il giovane e quasi sconosciuto rapper gIANMARIA dimostra che un tema così delicato e difficile si può e si deve affrontare senza troppi patemi e chiamandolo per nome. E lui, Gianmaria Volpato, vicentino, forte della sfacciataggine della sua generazione lo fa alla perfezione e senza giri di parole. La sua è una denuncia che arriva a tutti.

I quattro commenti super positivi dei giudici di X Factor 2021 – Emma, Manuel Agnelli, Mika ed Helle Raton – sono la dimostrazione che la profondità e l’intelligenza del messaggio conta più degli orpelli che gli stanno attorno. La presentazione di gIANMARIA sul palco colpisce ciascun giudice che ne esaltano la maturità, il testo, l’attitudine e la capacità di raccontare e trasportare l’ascoltatore in un mondo parallelo.

Il significato di “I suicidi” di gIANMARIA

Il testo di “I suicidi” è quasi didascalico. X Factor sul suo canale Youtube lo definisce “di forte impatto in grado di emozionare profondamente chi lo ascolta”. E hanno ragione perché sicuramente ogni frase scritta e cantata dal gen Z è piena di empatia verso il protagonista raccontato. E si percepisce.

Laura, Marco, Pietro e Anna. Non sappiamo chi siano ma di loro scopriamo il peso che portano sul cuore e in testa. Il macigno che li schiaccia e tanto basta per soffrire con loro, piangere per loro. Laura, Marco, Pietro e Anna sono i nostri vicini di casa, siamo noi. Sono storie della vita reale che non sempre finiscono sui giornali – perché la deontologia giornalistica lo impone – per evitare emulazioni e altre sofferenze.

Non raccontiamo i suicidi di Laura, Marco, Pietro e Anna  perché ci spaventano ma la questione esiste e non va nascosta dietro il non detto. E il coraggio di gIANMARIA, così come quello di altri artisti prima di lui, deve servire proprio a tenere alta la guardia e non cadere nell’indifferenza.

Chiedere aiuto è possibile – vedi TelefonoAmico e Samaritans Onlus – e aiutare qualcuno lo è ancor di più: si comincia con un po’ di attenzione. “Parlar con loro” e non limitarci a pensar che sono matti. L’unica follia è l’indifferenza.

Video: “I suicidi” di gIANMARIA (Audizione X Factor)

Testo di “I suicidi” di gIANMARIA

Sangue sopra i marciapiedi,
Cadono dai grattacieli,
I suicidi tutti in fila,
alla banca la mattina

Per poter lasciar qualcosa ai figli
e non fagli vivere la stessa vita,
sì la stessa vita.

Sangue sopra i marciapiedi
sono sopra i grattacieli
I suicidi tutti in fila
Pronti per farla finita.
Cosa ti ha portato a fare una scelta così poco rispettabile?
E così egoista.

Amami poco chiedeva Laura
Pagami il mutuo chiedeva Marco
Fammi vedere mia figlia in faccia lo diceva chi non aveva nient’altro
E chi è andato sul tetto per trovare il coraggio
Perché non riusciva a farlo dal proprio terrazzo

Sangue sopra il marciapiede
Perché Pietro si è buttato
Sua moglie è arrivata qualche istante dopo col suo nuovo fidanzato
Pietro non riusciva a sopportare a sopportarsi quando li seguiva il sabato.

Anna, quant’è bella, gli occhi tristi e molta pazienza.
Vive nell’ombra di sua madre a cui cura da un anno la sopravvivenza,
Marco invece parla tanto
Pietro non scopa da un sacco.
La gente pensa sia matto,
la gente pensa sia matto,

e cosa vuoi per questo sabato sto in sto palazzo
a parlare con loro e a guardar che si ammazzano.
Nel mio film si ripete
fino a qui tutto bene
per ogni piano e ad ogni piano,
perché è così che li conviene

e cosa vuoi per questo sabato sto in sto palazzo,
a parlar con loro e a guardar che si ammazzano,
nel mio film si ripete
fino a qui tutto bene,
per ogni piano e ad ogni piano
perché è così che gli conviene.

Foto copertina: frame video X Factor Italia, gIANMARIA "I suicidi"

Leggi anche: