fbpx

Rimorchia Rocco Siffredi su Ig per il suo “Kill me”, Lialai è l’ingegno della sua generazione

Avatar
9 Aprile 2021
196 Visualizzazioni

Sognare a occhi aperti è una cosa che le capita spesso, ha tante idee per la testa e un cassetto pieno di progetti che non vuole lasciare chiuso.

Sensuale quanto basta, groovy al punto giusto e carico di sottintesi: Kill me è il singolo d’esordio per Lialai, all’anagrafe Caterina Lalli, che, con grande coraggio e forza nel suo esser artista, coinvolge nel videoclip del singolo un personaggio che non ha bisogno di presentazioni, Rocco Siffredi.

Il coraggio di credere nei propri sogni porta sempre a risultati tangibili e se hai anche un’anima soul ecco qui servito il singolone. Un bit profondo e pulsante viene arricchito da un basso synt in stile “walking bass” con spruzzi di tastiere che colorano leggermente il mood.

Riff di chitarra elettrica, con una distorsione lievemente acida, graffiano l’arrangiamento donandogli quell’energia che non guasta mai e creando le giuste fondamenta per la performance canora di Lialai che si fa conoscere per la sensualità e il calore della sua voce unita a una bella capacità espressiva. Da gustare in buona compagnia.

Rocco Siffredi e il video “Kill me” di Lialai, la storia

Tentare non nuoce. È stato così per Caterina Lalli, giovane artista che il giorno 26 febbraio 2021 ha lanciato ufficialmente il suo singolo: Kill Me.

In arte Lialai, qualche mese fa ha contattato con un messaggio privato su Instagram l’attore pornografico Rocco Siffredi, chiedendogli di realizzare il suo più grande sogno: averlo come protagonista nel suo videoclip. La risposta non è tardata ad arrivare e lui, uno degli uomini più desiderati del pianeta, ha deciso di aderire a questa inaspettata richiesta.

Rocco sul set del video, girato dal regista romagnolo Samuele Sbrighi, rappresenta un rapinatore, che insieme alla giovane Lialai mette a segno un colpo in banca indossando la maschera dell’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Un gioco che si trasforma in una trappola per il rapinatore, il quale a seguito del colpo viene sedotto e poi abbandonato.

Caterina ha creato il personaggio di Lialai come trasposizione di una parte di se stessa che esiste, o forse vorrebbe esistere. Del resto, questo era il nome che i suoi genitori avevano inizialmente pensato di darle.

Kill Me, il brano di esordio di Lialai

Spiega l’artista a proposito del suo nuovo inedito: «Non riesco ancora a credere a quello che è accaduto. Sono da sempre una fan di Rocco. Ho provato per gioco a contattarlo su Instagram senza nessuna aspettativa, ma la sua risposta non è tardata ad arrivare. Interagire con lui sul set è stato molto semplice, è una persona estremamente sensibile, sa come metterti a tuo agio, ti dà carica e sicurezza. Mi piacerebbe essere un esempio per tutti i giovani: credete nei vostri sogni e fate di tutto per realizzarli».

Nel videoclip ufficiale Lialai si cala nei panni di una rapinatrice di soldi e di cuori, il suo vero unico amore è solo il denaro e la ricchezza a tal punto da rinunciare anche a una notte con Rocco Siffredi.

Leggi la storia di Lialai

Leggi anche: