Isolamento da coronavirus. Che fare in casa per passarsi il tempo?

Avatar
4 Marzo 2020
623 Visualizzazioni

Avete un principio di psicosi da Coronavirus? Allora affrontate la paura con informazione e anche un pizzico di svago. Anche se siete in regime di isolamento sociale.

La psicosi da Coronavirus infatti è una sindrome ben peggiore del virus stesso, perché induce le persone ad agire in maniera del tutto irrazionale. Ve lo dice una che era andata al supermercato per prendere due mandarini ed è uscita col carrello con una quantità di farina (integrale) e lievito (secco) tali da poter sfamare Milano retroattivamente fino al 1500.

Una volta riaffermati i fondamentali (lavarsi le mani spesso, non andare in luoghi affollati, non prendere medicinali a caso e non svaligiare i supermercati), cosa fare per trascorrere il tempo in isolamento?

La migliore arma è attaccare la psicosi con giochi e serie a tema.

Giochi da tavolo

  1. Pandemic (Pandemia). Questo gioco da tavolo necessita un minimo di tre giocatori ed è un collaborativo. Si vince o si perde tutti insieme, insomma. Nei panni di un gruppo di scienziati si deve cercare di arginare una pandemia. Adatto a chi ha una mente razionale ma inizia a percepire una leggera ansia e vuole ritrovare fiducia nell’umanità.
  2. Viral. Altro gioco da tavolo, giocabile da 2 a 5 giocatori, quindi adatto anche ai quasi solitari. Stavolta sarete voi a impersonare il virus cercando di sconfiggere il sistema immunitario. Adattissimo a chi sente di avere una personalità leggermente bipolare e che sotto sotto spera nella catastrofe.
  3. Flatline. Questa volta sarete dalla parte dei medici e vi toccherà gestire un Pronto Soccorso. Utile per empatizzare coi poveri medici che al momento, se ci pensate, sono i più esposti alle conseguenze dell’epidemia.

 

Serie tv

  1. The Rain. Questa serie (di cui abbiamo anche parlato qui, trovate il link sotto) parla di un’epidemia veicolata dalla pioggia. Quindi è utilissima per ridimensionare la psicosi da Coronavirus. Infatti ci mostra uno scenario in cui l’uomo non ha alcun controllo sugli eventi atmosferici ed è costretto a nascondersi e a coprirsi pur di sfuggire al contagio. Converrete con me che noi qui siamo messi meglio. Iniziate a sentirvi sollevati?
  2. La fantastica signora Maisel (The Marvelous Mrs Maisel). Serie ambientata nei favolosi anni Sessanta, tra abiti in coordinato con guanti e cappelli. La protagonista è Miriam “Midge” Maisel (Rachel Brosnahan) che, tradita e lasciata dal marito, scopre la sua vena artistica e si avvicina alla stand-up comedy, cercando di sfondare nel mondo tutto maschile della comicità. Non c’entra nulla né coi virus né con la psicosi ma vi regalerà una piacevole sensazione di euforia e vi farà fare due risate.

 

Leggi anche: