Vikings 5 serie tv: la terribile vendetta dei figli di Ragnar Lothbrock

Avatar
10 Dicembre 2018
3850 Visualizzazioni

Dopo lungo (anzi troppo) tempo è finalmente arrivata Vikings 5 serie tv Netflix. Questa quinta stagione ci racconta della vendetta dei figli di Ragnar Lothbrock (Travis Fimmel) per l’uccisione del padre. Ma ci lascia insoddisfatti…

Ívar (Alex Høgh ) e Bjorn la corazza (Alexander Ludwig) sono i due protagonisti indiscussi di Vikings 5 serie tv mentre gli altri figli fanno da contorno e a volte risultano pure imbarazzanti.

Non vi racconterò la trama per filo e per segno ma vi dirò che in questa stagione si aprono molti nuovi scenari e al contempo si notano alcune ripetizioni.

Abbiamo ambientazioni nuove, prima tra tutte la Sicilia, storicamente approdo dei Normanni più che dei Norreni propriamente detti, i quali infatti transitano da lì per poi finire addirittura nel deserto africano!

Salta fuori anche una terra misteriosa piena di geyser e vulcani (sarà l’Islanda?), scoperta da Flocki durante un miracoloso approdo alla fine del suo volontario allontanamento dall’esercito di Ívar e dalla penisola inglese.

Se i cambi di ambientazione sono sicuramente una bella trovata, è risultato complicato agli autori tenere equilibrato il rapporto tra i diversi filoni narrativi, che alla fine si sbilanciato sempre verso le battaglie e in particolare sulla lotta per il potere dei figli di Ragnar.

Ívar Senz’ossa è più psicopatico che mai, ma trova un degno compare nel vescovo Heahmund, un redivivo Jonathan Rhys Meyers non pago di aver interpretato Enrico VII nei Tudor.

Qui cominciano le analogie con le serie precedenti perché come Athelstan (George Blagden) anche il vescovo raggiungerà Kattegat e… qualcuna gli farà gli occhi dolci.

Nonostante tutto, la migliore rimane sempre Lagertha (Katheryn Winnick) che in Vikings 5 serie tv mostra tutta la sua umanità e i suoi dubbi, frutto dei numerosi tradimenti subiti.

Forse il vescovo Heahmund la conferirà? Per saperlo dovremo aspettare gli episodi ancora in lavorazione, dato che questa stagione rimane assolutamente aperta a ogni possibilità. Auguriamoci solo che gli autori proseguano presto con la stesura dei nuovi episodi e che facciano incetta di nuovi spunti, perché alla sesta stagione di Vikings servirà una marcia in più.

LEGGI ANCHE:

Baby serie tv mostra le spensierate tragedie della generazione Z

L’amica geniale serie tv: ecco le ragioni per cui merita una possibilità

L’altra Grace, la misteriosa serie Netflix di cui nessuno capisce il finale