YOU serie tv Netflix: ci farà finalmente rivalutare il rispetto della (nostra) privacy?

Avatar
8 Gennaio 2019
783 Visualizzazioni

Vi svegliate al mattino e per prima cosa controllate i vostri social, forgiate a colpi di post la vostra figura pubblica e vi geolocalizzate in ogni dove? Se è così rientrate nella normalità dei Milennial di oggi (e, forse, del resto della popolazione) ma forse dovreste guardare YOU serie tv Netflix, dodici puntate tratte dall’omonimo romanzo di Caroline Kepnes.

YOU serie tv Netflix è un vero e proprio thriller psicologico misto alla commedia romantica. Tutto ha inizio quando il libraio Joe Goldberg (Penn Badgley, ovvero il Dan di Gossip Girl), si invaghisce della bionda Beck (Elisabeth Lail), aspirante scrittrice incontrata per caso, e inizia a indagare su di lei.

Indagare è, in realtà, un eufemismo perché Joe stalkera sistematicamente Beck, entrando in casa sua e da ultimo appropriandosi del suo cellulare, grazie al quale avrà una panoramica completa dei suoi rapporti col mondo reale e virtuale.

Come se la vicenda non fosse già abbastanza inquietante così, Joe si autoproclama difensore delle aspirazioni creative di Beck e decide di allontanarla (usando metodi drastici) dal ragazzo che frequenta e poi anche dalla sua amica Peach Salinger (Shay Mitchell).

Col procedere delle puntate assistiamo a un parossismo di follia mascherata dal desiderio di amore e da gravi problemi (psichiatrici e non), tuttavia risulta impossibile non proseguire nella visione. Sarà forse perché in fondo Joe dà voce alla parte oscura di ognuno di noi? Sarà perché Beck con la sua insicurezza e stronzaggine allo stesso tempo ci porta a parteggiare per una finale positivo?

La risposta potrà darvela solo la visione di YOU serie tv Netflix. Ma vi avverto: potrebbe indurvi a rivalutare il vostro uso dei social media e a considerare bene se postare la foto della vostra colazione nel bar sotto casa la domenica mattina.

 

LEGGI ANCHE:

Le terrificanti avventure di Sabrina: la strega pasticciona è diventata ribelle!

16 anni, la voglia di fuggire…e di ammazzare: The end of the f***ing world