fbpx

Tananai e Marracash ci teletrasportano in Un Altro Mondo: testo e significato

22 Giugno 2023
2536 Visualizzazioni

Tananai e Marracash con Merk & Kremont pubblicano Un Altro Mondo. È mezzanotte del 22 giugno 2023 quando il brano debutta ovunque. Il brano è il primo in italiano dei due deejay e i due cantanti, insieme alle base elettronica, decidono di trasportarci, letteralmente, in Un Altro Mondo.

Un duetto inaspettato, un duetto esplosivo, IL DUETTO. Marracash e Tananai per la prima volta insieme con una ballad che si prospetta già un tormentone tutto da cantare e ballare in questa estate 2023. Da una parte il King del rap, reduce dalle sue ultime 64 barre di delirio con Tha Supreme, dall’altra la scoperta di Sanremo 2022, che da ultimo è diventato uno dei primi.

Un Altro Mondo: Marracash e Tananai romantici sognatori in una realtà distopica. 

Il sound è quello di una discoteca, la cover del brano rispecchia in pieno la sua natura. Una piscina abbandonata, muschi che crescono, un grosso smile sul muro, un impianto stereo e un paio di casse pronte a diffondere gli incastri vocali di Marracash e Tananai.

In Un Altro Mondo le voci dei due artisti appaiono romantiche e sognanti e ci proiettano verso una realtà nuova, distopica, un luogo che non esiste. Sul ritmo elettronico in costante climax ascendente, Merk & Kremont ci regalano un viaggio in perfetto stile Born Slippy degli Underworld (il gioco di mondi non è voluto ma fa riflettere), ma al posto del trip di Mark Renton in Trainspotting, c’è il volo di Tananai e Marracash verso qualcosa che sulla Terra, almeno per ora, è difficile da raggiungere.

Evadere dalla Terra, salpare, smettere di cercare un senso alla propria vita. Abbandonare le emozioni fredde, la stupidità umana, l’ondata di intelligenza artificiale e guardare dall’alto un mondo diventato troppo fittizio.

La fine del mondo, un altro mondo, o entrambe le cose: prendere il volo, per Marracash e Tananai, ora è la soluzione migliore. E noi, con il naso all’insù, li guardiamo volare, attendendo di comprare il nostro biglietto e condividerlo con chi possiamo affondare.

Dedicato all’amore per qualcuno, dedicato a tutti e tutte indistintamente: sarebbe bello sognarlo, questo Altro Mondo.

Testo di Un Altro Mondo 

Eravamo in tre da Milano est
Treno delle dieci e mezza verso sogni che
Un umanità non ci basterà
Mentre ballo incontro lei e mi fa:

“Se ti va di là c’è un altro mondo
Che ci capirà, torniamo a casa un altro giorno”
La fine del mondo per me sei te, sei
La fine del mondo
E se ti va di là c’è la fine del mondo

La fine del mondo per me sei te, sei
La fine del mondo, in te ci affondo
La fine del mondo per sei te, sei
La fine del mondo, in te ci affondo

Le peggio cose che staserà farò, già lo so
Saranno i migliori ricordi che avrò (uh-uh)
Ci sta salendo, siamo al momento clou
Non so più dove finisco io e cominci tu (ah)

Mentre stiamo volando mi chiedi:
“Si può andare più su di così?”
Cerchi vita sugli altri pianeti
Però non ce n’è molta anche qui
Emozioni fredde, digitali, co-dipententi, mai innamorati
Troppo figli per essere padri
Anche tu pensi piani malvagi?
Siamo in ballo e dobbiamo ballare, che gara
Tra intelligenza artificiale e stupidità umana
Torniamo a casa, mañana, mañana
Baby lascia chi ti lascia
Smetti di cercare un senso, salpa
Assieme a me verso un altro universo
Guarda la fine del mondo, ho pagato il biglietto

La fine del mondo per me sei te, sei
La fine del mondo, in te ci affondo
La fine del mondo per sei te, sei
La fine del mondo, in te ci affondo

E se ti va di là c’è un altro mondo
Che ci capirà, torniamo a casa un altro giorno

Sei fine del mondo, in te ci affondo, sei
Sei fine del mondo, in te ci affondo, sei
Fine del mondo

E se ti va di là c’è la fine del mondo

Leggi anche: