La mania millennial per i gatti grassi

7 agosto 2018
3 Condivisioni 148 Visualizzazioni

Vi proponiamo questa storia (Originariamente apparsa su Medium) per gattari doc, a tema gatti grassi, da leggere spiaggiati come foche sotto l’ombrellone:

«Ciao, mi chiamo Mike Wilson e insieme alla mia ragazza Megan Hanneman abbiamo un’azienda che produce mobili per gatti. Sono mobili particolari che servono anche per promuovere attività fisica per gatti grassi. Abbiamo due gatti che ci aiutano a testare le nostre idee sui mobili e a farci conoscere i loro pezzi preferiti. Ma sono già abbastanza atletici. Così un paio di mesi fa, abbiamo deciso di adottare un nuovo gatto da mettere nella squadra di gatti che avevamo già.

Un giorno, prima di andare a un appuntamento di lavoro, siamo passati al gattile per dare un’occhiata. Quando siamo entrati, siamo stati immediatamente attratti da questo gentile gigante tra i gatti grassi di nome Bronson. L’addetto alla reception però ci ha detto che per entrare e prendere contatto con lui avremmo dovuto prima superare un colloquio preliminare con un membro dello staff.

Questo gattile della Humane Society è stato così sostenuto dai gattari che non siamo stati in grado di incontrare Bronson. Sulla strada del ritorno nessuno di noi poteva smettere di parlare di Bronson e di quanto sarebbe stato divertente portarlo a casa e aiutarlo a perdere i chili di troppo.

Siamo tornati alla Humane Society il giorno seguente, poco dopo l’apertura, e ci siamo seduti con un membro dello staff. Ci ha raccontato il passato di Bronson e che il suo ultimo proprietario era morto. Allora pesava già 33 libbre (15 chili circa) e aveva soltanto tre anni. Siamo entrati per incontrarlo e ci siamo subito innamorati.

Dopo aver portato a casa Bronson, abbiamo programmato la sua prima visita dal veterinario. Mentre eravamo lì, facevano a turno per ammirare questo gatto ciccione e robusto, ma con sguardo carino carino e le manopole sulle zampe.

È molto importante che i gatti grassi perdano peso lentamente, altrimenti possono manifestare la sindrome da fegato grasso, che può essere mortale. Abbiamo aggiustato la dieta di Bronson tre volte da quando l’abbiamo preso, ma pensiamo che adesso sia sulla buona strada per perdere questo peso in modo sicuro. Attualmente la sua dieta prevede 375 calorie al giorno. La metà di loro proviene dalle crocchette e metà dal cibo umido senza cereali che gli diamo. Abbiamo anche cambiato il suo piano di esercizio un paio di volte, costringendolo a fare su e giù dal primo al secondo piano per fare un pisolino.

Ma dopo un po’ di salite per le scale, abbiamo temuto che le sue articolazioni ne risentissero. Attualmente, i suoi esercizi si basano sulla nostra capacità di spostargli la ciotola del cibo in stanze diverse così da spingerlo a camminare, e su questo forse siamo stati troppo indulgenti. Allora cerchiamo di farlo giocare: il suo giocattolo preferito in assoluto è un pomodoro pieno di erba gatto, che gli piace attaccare, mordere e calciare con le zampe posteriori.

Abbiamo creato un account Instagram per lui in modo che le persone possano seguire il suo percorso di perdita di peso. Sono passati poco più di due mesi e ha già oltre 13.000 follower e che lo incoraggiano lungo la sua strada.

Molti dei suoi seguaci hanno condiviso i loro consigli sulla perdita di peso, il che si è rivelato molto utile.

Trasportare Bronson è uno dei vari problemi che abbiamo avuto. È così grasso e ha un sacco di pelo sul petto. Per combattere questo problema, abbiamo creato una specie di portantina con un cuscino che è .. solo un cuscino. Per banale sia come idea, portarlo con il suo cuscino è stato un ottimo modo per farlo uscire dal nostro salotto senza farlo sentire a disagio.

Una delle cose più simpatiche di Bronson è che non ha paura di occupare troppo spazio nel letto. Abbiamo dovuto dividere il letto in terzi e io e Megan abbiamo fatto i turni per stare nei terzi più scomodi.

Il nostro obiettivo è che Bronson perda circa 400 grammi al mese: attualmente è già calato circa 800 grammi, quindi è sulla buona strada per una vita sana. Non è ancora pronto per unirsi agli altri gatti che usiamo come tester per i nostri mobili, ma siamo sicuri che il momento arriverà presto.

LEGGI ANCHE:

Case di riposo extralusso per cani

Animali social: meglio i gattini o le rane?

Al Gay Pride con il cagnolino

Potrebbe interessarti

Sono Giapponese! Lesson 50? Come affrontare le riunioni di lavoro? Ce lo insegna il Giappone!
Appuntamenti
21 visualizzazioni
Appuntamenti
21 visualizzazioni

Sono Giapponese! Lesson 50? Come affrontare le riunioni di lavoro? Ce lo insegna il Giappone!

Kentaro Hara - 21 ottobre 2018

Come affrontare le riunioni di lavoro in Giappone? Cerca di non essere considerato presuntuoso, altrimenti devi accettare l’ordine silenzioso dei…

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno
Moda
7 condivisioni94 visualizzazioni
Moda
7 condivisioni94 visualizzazioni

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno

Consuelo Crespi - 20 ottobre 2018

Le scarpe V design sono un connubio di lusso e minimalismo, e un ritorno all’artigianalità italiana. Per Millennial che, al…

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  
Cultura
3 condivisioni70 visualizzazioni
Cultura
3 condivisioni70 visualizzazioni

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  

Consuelo Crespi - 19 ottobre 2018

Questa mattina mi sono svegliata e, scrollando le varie pagine social, una notizia spaventosa mi è capitata davanti agli occhi. “NIRVANA REUNITED”, con l’immagine…