Dieta ed esercizio fisico: camminare almeno 11 chilometri al giorno

Alice Busi
14 Aprile 2017
1382 Visualizzazioni

Per prevenire malattie cardiache bisogna fare esercizio fisico. Sì ma quanto? Gli esperti in materia di dieta e salute consigliano di non passare molto tempo seduti. Si soffermano soprattutto riguardo al camminare qualche km al giorno: non è semplicemente questione di non sedersi, dicono, dovete uscire e usare le vostre gambe. Gli esperti di fitness dichiarano che lo standard è 10.000 passi al giorno per condurre una vita sana. Anche se 10.000 passi è più una cifra indicativa. La regola è che non c’è una regola – non ancora, almeno.

Stando al New York Times, però, alcune nuove ricerche forniscono obiettivi ancora più ambiziosi: per evitare il rischio di malattie cardiache, bisogna compiere almeno 15.000 passi, ovvero 15 km al giorno. La ricerca è stata condotta in Scozia su soggetti di mezza età dipendenti degli uffici postali: alcuni erano postini che passavano la loro giornata camminando e altri impiegati che trascorrevano il loro tempo seduti in ufficio. Quelli che stavano seduti hanno mostrato i fattori di rischio elevati per le malattie cardiache. I postini, al contrario, che camminavano per più di tre ore al giorno, sono apparsi a basso rischio: il loro indice di massa corporea, il metabolismo, il livello di colesterolo e lo zucchero nel sangue rientravano nella norma.

Quindi, secondo questo (piccolo e limitato) studio, 11 km al giorno (15mila passi), da fare camminando a passo svelto per due ore a ad una velocità di circa 6 km all’ora, possono essere salvifici. Un’altra soluzione accettabile è una camminata di 30 minuti prima del lavoro, un’altra per pranzo e piccole camminate da 10 minuti distribuite nell’arco della giornata.

In effetti, 11 km al giorno non sono nulla. È la distanza, per i milanesi, da San Siro alla Martesana. È come percorrere 102 volte un campo da calcio da porta a porta.
Seguire questo accorgimento porterà via due, forse tre, della giornata, ma se tanto basta per scongiurare una malattia cardiaca, benvenga, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

3 × due =