Perché ho abbandonato la palestra di frustrati per i video fitness su Youtube

Consuelo Crespi
27 Gennaio 2020
1607 Visualizzazioni

I video di fitness su Youtube, con i loro esercizi per mantenersi in forma a casa, oltre ad essere gratis, sono specifici e personalizzabili. E tra mille istruttori puoi scegliere quello che ti sta più simpatico, evitando il covo di frustrati della palestra. 

La mia prima esperienza in palestra.

Ho frequentato per 4 mesi la palestra del mio paesino di provincia e l’esperienza è stata positiva solo per il prezzo basso dell’abbonamento: 30€ al mese, inclusi corsi ed entrate quando vuoi, a che ora vuoi.

Ovviamente non aveva nulla a che vedere con le palestre super attrezzate di Milano, non era la Virgin per intenderci. Assomigliava più ad un tugurio, polveroso, buio e pieno zeppo di materiali vecchi. I tappetini erano ancora impregnati del sudore di diverse generazioni di iscritti.

La palestra era di solito priva di vita. C’ero io, altre tre persone fanatiche di pesi, e l’istruttore: un tizio troppo muscoloso e troppo sudato che teneva d’occhio ogni mio movimento.
Mi faceva da personal trainer, correggeva la mia postura, si ricordava i progressi e notava i miglioramenti. I macchinari erano sempre liberi e a mia disposizione. Lui li impostava e li spegneva per me. Diventava un timer vivente, ricordandomi che i 10 minuti sulla cyclette erano terminati e mi sgridava se stavo al cellulare.
Questo atteggiamento assillante dell’istruttore nei miei confronti, ovvero la sua unica cliente, mi ha stufato dopo pochi mesi.

Sto andando in palestra, non in un campo d’addestramento, gli ripetevo.
E dopo l’ennesimo messaggio sul telefono: “Perché oggi non vieni?”. E l’ennesimo commento alla mia storia di Instagram: “Se mangi quell’hamburger domani devi venire in palestra”, ho deciso di sparire dalla circolazione.
Per via di una serie di piacevoli coincidenze, sono tornata a vivere a Milano, abbandonando la provincia e il mio istruttore con un messaggio secco: “Non vivo più lì, mi sono trasferita.” – ed è stato anche per colpa tua, avrei voluto aggiungere.

L’incubo della palestra a Milano.

La palestra milanese si è rivelata un’esperienza ancora peggiore.
Primo perché fanno il lavaggio del cervello coi prezzi, sconti e incentivi: se fai l’abbonamento di un anno ti regaliamo due mesi. Se porti l’amico hai il 20% di sconto, ma solo entro 4 giorni. Se disdici devi comunque pagare.

Ti sembra di firmare un contratto a vita col demonio, ma lo fai lo stesso. Perché è giusto tenersi in forma. Perché dopo l’ufficio, tutti i tuoi colleghi si sfogano con la corsa, col calcetto, col pilates e tu non vuoi sembrare un’ idiota che non vede l’ora di lanciarsi sul divano.

E’ bastato poco per capire che la palestra milanese è perfettamente inutile. E’ un agglomerato di uomini e donne sudati che si mescolano tra di loro, completamente abbandonati a loro stessi, con le cuffie nelle orecchie. Nessuno ti guarda, nessuno controlla se stai facendo bene l’esercizio, puoi sollevare 10 chili di pesi con la schiena storta e morire. A nessuno frega niente di te, di chi sei, di cosa vuoi.
A me importava solo avere dei glutei sodi, poi ho capito che la stessa cosa interessava ad altre 50 persone, e la coda ai macchinari era lunghissima e snervante. 

Mi hanno consigliato di andarci alle 7 di mattina, prima del lavoro, ed in effetti ci ho provato. Ma quell’orario pullula di fissati del fitness. Persone attraenti e sportive che si muovono elegantemente sul tapis roulant. Per loro, avere il culo sudato sulla panca è la cosa più naturale e gioiosa del mondo. Io, che non sono nemmeno in grado di fare una serie di addominali di fila, mi sentivo a disagio, osservata, ridicolizzata dagli adoni dello sport.  Ho abbandonato la palestra per sempre, ma ho scoperto qualcosa di meglio: gli esercizi su Youtube.

Perché Youtube è meglio della palestra.

E’ il 2020, abbiamo la tecnologia a nostra disposizione, abbiamo Youtube con una serie di canali fatti apposta per noi. Con i video fitness di Youtube, sto comodamente a casa mia. Alzo le braccia sopra la testa. Alzo il ginocchio, abbasso il braccio per toccare il ginocchio, lo ripeto dall’altra parte. Faccio un jumping. Un affondo. Tengo il mio corpo tremante perfettamente in asse mentre guardo un programma in tv.

E’ il 2020, ma potrebbe essere il 1999, o il 1969. Dopotutto, le donne hanno obbedito ai guru del fitness comodamente da casa tramite vinile, VHS o DVD ormai da decenni. Ma i video fitness su YouTube sono diversi,  hai un milione di proposte gratuite nel tuo salotto, nella tua camera da letto, sul treno.

Se hai un problema con la cellulite, stai certo che il video fitness di YouTube ha la soluzione più seguita dalle star. Cosce oversize? Ottieni le gambe di una modella di Victoria’s Secret. Le tue frequentazioni al birrificio ti fanno sembrare una donna incinta? Cinque semplici esercizi per gli addominali di Belen.

Il video fitness su Youtube è come un personal trainer molto versatile, uno che puoi miracolosamente stoppare e interrompere. Io seguo corsi di GAG e Yoga. Faccio le meditazioni del mattino e della sera. A volte ho seguito video di camminata in-door, per aumentare il conteggio dei passi sul mio smartphone senza avventurarmi fuori, dove è rumoroso e pieno di cose pericolose come attraversamenti pedonali e forti piogge.

Mi piace molto pilates, perché posso sdraiarmi sul mio parquet riscaldato. Scrivi Blogilates e troverai dei video fitness di YouTube che hanno reso la sua fondatrice, Cassey Ho, una milionaria.
Cassey è un’eccellente istruttrice. E’ una bella cheerleader americana che ti motiva senza impegnarti troppo. Ha un carattere sciocco e divertente e spesso fa video in pigiama col suo cane che vaga nella scena. E se non ti piace Cassey, ci sono tanti altri istruttori tra cui scegliere nel vasto mondo dei video fitness su Youtube.

Gli istruttori virtuali, sono più umani dei coach muscolosi da palestra, sono persone comuni nei loro salotti di casa. Spesso sbagliano, inciampano nelle loro parole, mischiano la destra con la sinistra.  Ma ciò che conta è che insegnano e non sgridano. Conducono ma non sforzano. Incoraggiano ma non ti fanno vergognare. Con i video fitness di YouTube non devi passare il tuo tempo a scegliere una tutina, non devi preoccuparti di pezzare davanti a sconosciuti, non senti odori strani, ma solo il profumo dell’incenso nella tua stanza. Nel 2020, non puoi fare a meno di scegliere la comodità gratuita, ed evitare quel covo di frustrati chiamato palestra.

Leggi anche: