fbpx

E se la talassoterapia fosse la svolta nello sport? L’esempio di Kylian Mbappé

28 Aprile 2021
761 Visualizzazioni

Esiste un club superesclusivo nel mondo del calcio in cui possono giocare soltanto due giocatori.

Sono Kylian Mbappé e O’Rey Pelé gli unici teenager in grado di far gol e vincere una finale mondiale. La stella del Paris Saint Germain, a soli 22 anni è un talento precocissimo capace di bruciare i record. In questa Champions ha fatto davvero il fenomeno segnando un rigore nel ritorno contro il Barcellona è diventato il più giovane a realizzare 25 gol in questa competizione, facendo meglio di Lionel Messi.

Tutti i record di Mbappé: velocità e gol

Mbappé ha poi arricchito il suo bottino nell’andata dei quarti, salendo a quota 27 reti grazie alla doppietta che ha propiziato il successo 3-2 del Paris sul campo del Bayern. Da record (negativo stavolta) anche la partita di ritorno, a Parigi, dove nonostante non abbia segnato, Kylian Mbappé è stato pescato per ben sei volte in fuorigioco, nessuno c’era ancora riuscito in questa stagione di Champions League; a dimostrazione che va più veloce della Var.

Un fulmine sul tappeto verde, corre alla velocità di 37 km/h, vette che si toccano solo nelle finali mondiali dei 100 metri piani e che solo Bolt o pochi altri possono capire. Insomma, un fenomeno pronto a riscrivere le regole del gioco del calcio e a prendersi i prossimi palloni d’oro in compagnia del suo quasi coetaneo Erling Haaland.

Il segreto di Mbappé è la talassoterapia. Cos’è?

Il segreto è tutto nella talassoterapia. Detta anche terapia del mare, questa terapia sfrutta il processo osmotico dell’acqua marina che, ricca di sale, a contatto con la pelle favorisce l’eliminazione dei liquidi che ristagnano al suo interno con conseguente drenaggio dei tessuti.

Prima dei Mondiali in Russia del 2018, Mbappé aveva svolto due volte la talassoterapia per raggiungere la condizione ottimale: la prima è durata cinque giorni e l’ha fatta i primi giorni di aprile, la seconda a fine maggio ed è durata quattro giorni. Altroché cure termali e basta, il benessere fisico ha permesso al francese di costruirsi un fisico da supereroe e di guadagnare un centimetro in altezza.

Quanto costa e quanto guadagna Mbappé?

Mbappé il predestinato, venuto al mondo nell’Ile-de-France, a pochi chilometri dal centro di Parigi, sede dello stadio Sain Denis dove la Francia nel 1998 vinceva la sua prima coppa del Mondo. La madre, ex giocatrice di pallamano nella prima divisione francese, lo mise al mondo pochi mesi più tardi nello stesso anno. Proprio mamma Fayza dichiarò che il figlio sarebbe valso almeno 50 milioni di euro nel giro di pochi anni, quando lo cercarono Chelsea e Real Madrid per arruolarlo nelle giovanili.

Si sbagliava, il Paris Saint Germain lo comprò qualche anno più tardi alla cifra monstre di 180milioni di euro. Che se vogliamo non è nemmeno la cifra più alta di sempre visto che il compagno di squadra Neymar costò proprio ai francesi la bellezza di 222 milioni. Adesso, Kylian guadagna la bellezza di 85mila euro al mese, meritati (se vogliamo) visto che nei primi 20 anni di vita aveva già raggiunto quota 100 gol in sole 180 partite. Non solo, è stato anche il più giovane marcatore del club a 18 anni, dopo essere stato il più giovane debuttante ad appena 16.

Sta a vedere che la talassoterapia ci abbia regalato un campione in grado di riscrivere i record del calcio. Tra Mbappé e Haaland il futuro è già scritto e due mostri come Cr7 e Messi che hanno segnato un’epoca, rischiano di essere già relegati nell’album dei ricordi.

Leggi anche: