The Millennial

I calciatori più cari nella storia del pallone: non solo Maradona e Pelé

Il denaro c’è ma non si vede diceva Micheal Douglas alias Gordon Gekko.

Era la fine degli anni ’80, nelle sale usciva Wall Street, nelle teste era solo un’altra americanata. Noi millennial così lontani dal libero mercato, cullati e coccolati da uno stato sociale che garantiva diritti, doveri ai lavoratori del posto fisso sia pubblico che privato. Consci che fuori c’era un mondo di lupi che l’Italia della Democrazia Cristiana teneva sapientemente lontano dai suoi elettori.

Era l’epoca dei 13 miliardi di lire per Maradona, una cifra da capogiro per l’epoca, il valore di un buon giocatore delle giovanili oggi. Eppure, il denaro appunto c’è ma non si vede, tiriamo fuori conigli dal cilindro come la borsa di New York dando valori ai calciatori che esistono solo nelle teste dei procuratori e chi è disposto a darglieli.

L’affare Donnarumma al Milan

C’è un pizzico di indignazione e scoramento assistendo alla serie tv tra Raiola e il Milan per mister 60milioni Donnarumma. I rossoneri offrono 8 milioni per il rinnovo, l’entourage del giocatore ne chiede 12, allora tocca a Maldini general manager della società intervenire in tackle scivolato come faceva quando correva sulla fascia mettere fine alla noiosa disputa. Rottura col giocatore e ingaggio di un collega francese, meno famoso, ma anche molto meno costoso e dal rendimento assicurato.

I calciatori più cari di ogni epoca

Il valore dei giocatori lo fa il mercato, dice oggi Zlatan Ibrahimovic, allora abbiamo voluto vedere oggi quale sarebbe quello dei più grandi top player della storia del calcio.

Il portiere più caro di sempre

Partiamo dai portieri, Gigio Donnarumma viene scalzato da Lev Yashin il ragno nero dell’Unione Sovietiva negli anni ’60. Pallone d’oro, para rigori e icona del calcio russo, oggi uno così varrebbe almeno 80 milioni di euro, ma sarebbe una garanzia per chi se lo potesse permettere. Il Paris Saint Germain oggi sarebbe forse l’unico club in gradi permettersi un portiere del genere, ma siamo convinti che un sacrificio lo farebbe.

Il difensore più caro della storia

Non ne dovrebbe fare nessuno il Bayern Monaco che avrebbe in casa entrambi i top player della difesa. Se oggi tutti guardano a Davies, difensore del Bayern Monaco che vale almeno 140milioni di euro, in passato il più famoso e costoso era il suo attuale dirigente, tal Franz Beckenbeur.

Parliamo di un giocatore d’altri tempi, un libero vecchia maniera in grado di guidare un intero reparto. Solo perché il ruolo del libero non esiste praticamente più, il suo valore come centrale di difesa si aggirerebbe comunque intorno ai 100milioni di euro e forse pure qualcosa di più: per sua fortuna, non sarebbe costretto a lasciare Monaco di Baviera dove pensiamo resterebbe volentieri.

Il centrocampista più costoso di sempre

Dopo aver vinto la Champions, tutti guardano a Kante, centrocampista del Chelsea campione d’Europa, un giocatore in grado di difendere, attaccare e creare gioco. In poche parole completo, come un certo Joan Cruijff che faceva volare l’Olanda e il Barcellona. Se ad oggi Kante vale circa 50 milioni di euro, Joan Crujiff ne varrebbe almeno 180 capace di far sognare tifosi per intere generazioni, passate e a venire.

Maradona e Pelé sono i calciatori più cari

Ovviamente eravamo curiosi di sapere quanto varrebbero oggi Maradona e Pelé, considerando costo del danaro, inflazione e cambiamento dei parametri di valore. Sarebbe davvero difficile fare differenze e in questo caso possiamo affermare che varrebbero almeno 250 milioni di euro a testa. Una cifra di gran lunga superiore al valore del giocatore più quotato del 2021, vale a dire Kylian Mbappe coi suoi 160milioni di euro di mercato, una quarantina in più del collega d’attacco del Borussia Dortumund Erling Haaland.

I calciatori italiani più cari di sempre

E in Italia, quanto varrebbe oggi uno come Roberto Baggio? Ipotizziamo che non sarebbe meno dei top player attuali e servirebbero almeno 150milioni per poterlo ingaggiare. Molti più di quante vale oggi Ciro Immobile, una quarantina circa, l’attaccante azzurro più quotato del momento. Aveva davvero ragione Gekko, il denaro non esiste, esiste solo il valore che noi gli diamo. Sognare, però, come in questo caso, non ci è costato nulla.

Foto in copertina: Pixabay

Leggi anche:

Maradona y Pelè dei Thegiornalisti: in estate, meglio l’amante del fidanzato

Il calcio amato dai millennial è quello della provincia

El Dorado e Millonarios, la storia che insegna qualcosa alla Super League

Exit mobile version