fbpx

Su Tiktok si parla di vagina, ma attenzione: meglio non provare

12 Luglio 2021
522 Visualizzazioni

Quanto effettivamente ricordiamo delle lezioni di educazione sessuale? Forse qualche prova pratica con un preservativo e una banana, e una veloce assemblea sulle gioie mestruali.

Oggi l’informazione sessuale a cui siamo soggetti è pressoché illimitata, viaggia dal portale del Ministero della Salute ai video di sensibilizzazione, dai social network ai più svariati  siti porno e affini.

Ora, senza dilungarci su come e quanto l’esperienza personale influisca sulla qualità dell’informazione che viene trasmessa, bisogna evidenziare i tanti insegnanti che agevolano un’educazione sessuale quanto più trasparente, completa e inclusiva.

Noi però abbiamo individuato quattro trend su TikTok. Sono già seguiti da milioni di persone – con risultati più o meno desiderati – e che trasmettono l’hashtag #educazionesessuale.

Con così tanti educatori là fuori, può essere difficile individuare quelli che dovremmo ascoltare. Alcune tendenze popolari sulla salute sessuale stanno effettivamente disinformando gli utenti elargendo consigli molto poco raccomandabili.

Pulizia e disintossicazione dell’utero e della vagina

Che già a sentirlo nominare così sembra tremendamente invasiva. E invece è pure peggio, perché è casalingo. Spesso venduti come “perle” o capsule, questi rimedi composti con la quasi totalità di ingredienti vegetali, promettono la disintossicazione e la pulizia dell’utero. Inserendo questa supposta “naturale” nella vagina.

Queste supposte sono dunque piene di erbe che dovremmo lasciare in vagina per alcuni giorni. Sostengono di curare il dolore mestruale, alleviare i crampi e pulire il tutto. In realtà si sciolgono in fretta e gli effetti collaterali includono bruciore, crampi, prurito e perdite eccessive, e ovviamente la totale mancanza di fondamento scientifico di questa terapia.

N.B.
La vagina è autopulente, quindi “disintossicarla” non significa proprio nulla. Non farai altro che influenzare il già delicatissimo pH vaginale.

Handmade Yoni Eggs for Vagina

Lo Yoni Egg è un’altra tendenza di TikTok che sta rapidamente guadagnando terreno. Secondo diversi acquirenti, possono migliorare la tua vita sessuale e ridurre il dolore mestruale.

Una cosa che non sapete di queste uova è che, essendo fatte di materiali porosi, possono assorbire molti batteri al loro interno. Ancora una volta, si rischia di alterare il pH interno.

Pinterest – Karla Lopes

Alcune Tiktoker consigliano di lasciare l’uovo per almeno un giorno in vagina. Considerando che il tempo massimo per un assorbente interno è 8 ore, consigliamo vivamente di non tenere assolutamente nulla in vagina per un giorno interno.

Sono naturalmente piovute le critiche di tutte le utenti che una volta inserito, non sono più riuscite ad estrarlo (gita imbarazzante al pronto soccorso). Esistono prodotti molto più sicuri, e con linee guida chiare.

Vapore vaginale

Qui bisogna proprio avere fantasia. Il vapore vaginale è seguito da più di 2 milioni di persone su TikTok e, senza entrare troppo nello specifico, comporta l’entrata di vapori caldi nel canale vaginale. Accovacciarsi su una miscela di erbe e acqua calda per migliorare l’odore della vagina e alleviare i dolori mestruali. Ma davvero?

Tanto per cominciare, la vagina ha comunque dei “sensori” che avvertono il vento caldo e quindi serra i muscoli, lasciando tutto il vapore alle erbe defluire sulle cosce e sul sedere.

L’aria calda al mentolo non ha alcun effetto benefico sul funzionamento della vagina e, sebbene ad oggi non siano ancora emersi gravi effetti indesiderati, rimane lecito domandarsi: perché non un trattamento viso? Davvero vogliamo cuocerci la vagina al vapore con foglie di eukalipto?

Ibuprofene come interruzione della gravidanza

Speravamo fosse una fake news da boomer e invece il riscontro è micidiale. Un’altra tendenza diffusa su Tiktok, in particolar modo durante i lockdown, è stata questa quella degli aborti fai-da-te. Raccapricciante.

Pinteres – Eat this not that

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non sappiamo esattamente come, ma ad un certo punto qualcuno ha detto che l’ibuprofene e la cannella sono i due rimedi suggeriti per causare un aborto spontaneo ed istantaneo.

Non serve dire quanti dottori e specialisti sconsigliano fortemente questi ingredienti e li giudichino al pari di un tentativo di suicidio.

«Né l’ibuprofene né la cannella possono causare un aborto spontaneo», chiarisce la dottoressa Sarah Welsh di HANX. Semplicemente non funziona e non è vero, quindi attenzione alla disinformazione dilagante, soprattutto su temi così delicati.

Leggi anche: