fbpx

Buoni propositi ecosostenibili per il 2023

30 Dicembre 2022
146 Visualizzazioni

Ed è subito dopo le cene e i pranzi natalizi che arriva il momento di prepararsi ai festeggiamenti per il Capodanno. I nostri pensieri passano direttamente dal menù della cena della Vigilia alla lista dei buoni propositi per l’anno nuovo ai quali brindare allo scoccare della mezzanotte.

Al di là dell’iscrizione in palestra e dei risparmi in vista di un bel viaggetto estivo o dell’acquisto della moto nuova e fiammante, dovremmo tutti (nessuno escluso) dedicare qualche pensiero alla nostra terra, che forse più di tutti in questo momento ha bisogno di aiuto concreto e costante. Ecco una serie di consigli e di buone pratiche ecosostenibili da adottare in vista di questo 2023.

Per un mondo plastic-free

Acqua dal rubinetto, borracce, caraffe filtranti, bottiglie in vetro, depuratori. Le alternative alle bottigliette di plastica sono infinite. Smetteremo anche d  romperci la schiena portando casse d’acqua su per le scale, cosa vogliamo di più?

Sostituiamo le plastiche monouso con alternative plastic-free. Cotton fioc, pellicole per alimenti, saponi, cannucce, bustine del té, spazzolini, sacchetti, bicchierini del caffè… per tutto esiste un’alternativa.

Mangiare plant-based

La dieta a base di prodotti vegetali è scientificamente ritenuta quella più sostenibile e con minor impatto ambientale. Non necessariamente dobbiamo convertirci all’alimentazione vegana, ma ogni passo verso un obiettivo comune sarà ben gradito alla nostra terra. Diminuendo il consumo di carne, specialmente quella rossa, di pesce, di latticini e derivati potremo contribuire alla diminuzione dell’impatto ambientale dovuto alla produzione di prodotti animali e limiteremo l’emissione di gas serra.

Minimalismo e second-hand

Importantissimo adottare un approccio alla moda e all’abbigliamento che sia bilanciato e sostenibile. Basta con lo shopping compulsivo, aboliamo il fast fashion. Dallo scambio di vestiti ai negozi di seconda mano, le possibilità che ci permettono di ovviare al consumismo deleterio per il nostro ambiente sono moltissime. Vogliamo proprio comprare nuovo? Sosteniamo il Made in Italy e le botteghe artigiane a Km 0.

Muoversi sostenibile

Quando possiamo prediligiamo il movimento: farà bene a noi e al nostro ambiente. Camminate, gite in bicicletta, in tandem o in monopattino. In caso di estrema necessità, prendiamo in considerazione il carpooling: meglio un’auto con 4 passeggeri, che 4 che trasportano una sola persona. Lunghi tragitti? Ecco che dovremmo optare per i mezzi pubblici. Se proprio non è necessario, evitiamo l’aereo e prediligiamo il treno.

via www.emmerreci.it