Questioni calde: come rendere la tua casa ecosostenibile e super confortevole

Sara Scagliarini 19 Ottobre 2021
395 Visualizzazioni

Una casa calda e accogliente come rifugio dalle ansie quotidiane dei millennial. Ma anche una casa ecosostenibile. Ecco come mettere d’accordo tecnologia ed emozioni 

Siamo una generazione di incontentabili eco-ansiosi. Vogliamo il relax e tutti i comfort, vogliamo un design minimal ed elegante. Il tutto, ovviamente, senza danneggiare l’ambiente.

La casa dei sogni millennial 

Già possiamo immaginarcela questa casa ecosostenibile dei sogni: un open space luminoso con soggiorno chic e qualche pezzo di design firmato Kartell, l’impianto di domotica per gestire la casa parlando con Alexa, il tutto contornato dai rami di qualche specie di pianta cascante, espediente per arredare richiamando l’amore per la filosofia green.

Ma in una casa non ci sono solo sofà e piani cottura di design. Ahinoi, abbiamo a che fare anche con cavi elettrici e tubi di scarico. Come possiamo non rovinare tutto il nostro concept di casa eco-fashion?

L’eco-caldaia di design

Arriviamo al punto: non si può fare a meno di pensare alle questioni pratiche come il riscaldamento. Abbiamo un suggerimento per spiegarvi come rendere la vostra casa ecosostenibile, ma senza rinunciare all’estetica e alla comodità.

(la caldaia RinNova Adaptive al centro del tipico salotto millennial)

Biasi, lo storico marchio di caldaie, lancia un prodotto perfetto per farci fare pace con il cervello. Si chiama RinNova Adaptive ed è una caldaia murale a condensazione. Ne parliamo perché è il prodotto che unisce i tre desideri di un giovane arredatore di casa millennial.

  1. Non è un caminetto, è sempre una caldaia, ma, come ci ha insegnato Steve Jobs, tutto può essere design accattivante. Dunque RinNova risolve il problema di avere il solito cassone spigoloso in qualche angolo di casa. Biasi ha pensato di affidare allo studio internazionale Emo Design la progettazione estetica della caldaia. Il risultato?
  2. È iper tecnologica, ha un pannello di controllo digitale e una centralina climatica iControl. In sostanza, grazie al sistema Wifi e all’App dedicata, potrai regolare l’impianto con un click, anche mentre ti trovi a fare la ciaspolata pomeridiana.
  3. È ecosostenibile. Quindi è una caldaia a condensazione che permette di recuperare energia e di risparmiare gas. I fumi di scarico contengono meno sostanze dannose. Dulcis in fundo, è anche totalmente plastic free: i gusci di protezione sono di cartone e il gruppo idraulico è in ottone, materiali completamente riciclabili.

Caldi, rilassati e in pace con l’ambiente

L’inverno è alle porte e tutti vorremmo stare al calduccio sotto il plaid a bere una tisana, magari senza sensi di colpa per aver sparato il riscaldamento a mille. Nel 2021 abbiamo una miriade di soluzioni per conciliare comfort e ambizione ecologica.

Che tu sia un millennial geriatrico che cambia spesso casa o un millennial che sta andando a vivere da solo, la scelta del “nuovo nido”, caldo e famigliare è un punto fermo. E il focolare dovrà sempre essere al centro di una casa ecosostenibile. 

Fedez affitta casa: cosa ne pensa una Sciuragram? “Sembra l’Ikea”

Gli assistenti vocali in casa, vero aiuto o voci invadenti?

Casa, auto ecc: come spenderemo i soldi nel periodo post pandemia