Comprare casa: tra crepe e umidità come evitare il bidone

The Millennialist
13 Maggio 2017
1392 Visualizzazioni

Quando si decide di acquistare una casa ha inizio uno dei momenti più stressanti della vita.

Si tratta di un passo importantissimo ed è sempre bene agire con cautela per evitare di incorrere in “spiacevoli errori di scelta”. Pertanto, scopriamo insieme quali sono i principali fattori da valutare prima di comprare un immobile.

In primo luogo, dimenticate  il “Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona impressione …” di Oscar Wilde.

Mai fare affidamento al primo giudizio quando si acquista una casa.

L’immobile deve essere visto più volte, in tempi diversi, in giorni diversi della settimana e accompagnati, se possibile, da professionisti qualificati.

L’umidità

Si tratta di uno dei problemi più comuni delle case e spesso viene camuffato con la vernice. Così, diffidate degli immobili in vendita che producono odore di pittura fresca. Tipici segni di umidità sono il distacco della carta da parati e le macchie nere che appaiono sui muri.

Le crepe

Prima di acquistare una casa bisogna verificare la presenza di crepe su tutto l’edificio (interno ed esterno). Un consiglio è quello di attraversare la strada ed osservare scrupolosamente la struttura. Crepe sui balconi e distaccamenti di intonaco sono segni evidenti di opere edili mal eseguite.

Orientamento

L’orientamento della casa è un altro fattore da tenere in considerazione e da analizzare con molta accuratezza. E’ preferibile che gli spazi che non necessitano di particolare luce siano orientati a Nord (sgabuzzino, corpo scala e vano di ingresso); viceversa la propensione della zona da giorno dovrebbe essere, ove possibile, Sud-Est o Sud-Ovest.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

13 − 10 =