Costa Smeralda: cosa fare se hai 20 anni nel 2018. E pochi euro in tasca

Alice Busi
12 Agosto 2017
2342 Visualizzazioni

Gli Xennials l’hanno vissuta e poi squalificata, i millennial l’hanno snobbata. Ora i ragazzi della generazione Z potrebbero rilanciarla. Una Z spiega cosa fare se non sei un Costaceo doc

Cosa fare in Costa Smeralda se sei un giovane squattrinato, ma non per forza, e vuoi passare qui la tua estate?

Ogni estate, da circa 20 anni, centinaia di ventenni come me si ritrovano sulle spiagge della magnifica Sardegna e fra una serata al Just Cavalli (per gli amici sempre Pepero) e un aperitivo al Phi beach, si domandano come svoltare la notte. Per i primi due giorni è tutto facile, ci sono vecchi riti consolidati che è bene rispettare: sushino di qua, tavolo di là e ok… Al terzo giorno di permanenza, quando la frase più pronunciata è «No fratello, stasera niente tavolo, sono fuori budget», incombe lo sfrenato desiderio di svagarsi in maniera alternativa. Ma cosa fare?

Lasciate ogni speranza di risparmio o voi ch’entrate

Ecco la mia guida semiseria da 20enne per sapere cosa fare in Costa Smeralda. Troverete consigli su attività irrinunciabili e abitudini da adottare per rendere il vostro soggiorno qui un buon soggiorno, senza tornare con le carte di credito prosciugate.

  1. Partiamo dalle basi: sempre – e dico sempre – per venire in Sardegna usate l’aereo e atterrate a Olbia. RyanAir non atterra, ma il viaggio in nave vi farà perdere un giorno, e un altro giorno lo perderete cercando di curare la vostra anima da tutte le bestemmie non dette contro gli automobilisti incapaci a salire sui ponti dei vari piani. Ricapitolando: aereo, sempre e poi noleggio motorino. Ve la caverete con 50 euro al giorno, con il serbatoio vuoto, da restituire pieno. perché l’onestà in Sardegna viene prima di tutto.
  2. Una volta arrivati, scegliere bene il supermercato è fondamentale. Diciamo che la spesa andrebbe fatta ad Olbia, o comunque ad almeno 20 chilometri dal sasso Costa Smeralda. Se però non avete questa possibilità perché è un po’ scomodo, fate una buona indagine di mercato. Prendiamo per esempio Porto Rotondo (che per i più precisini non è Costa Smeralda, ma a me non interessa), ci sono 2 supermercati : Nonna Isa e Il Market del Molo. Nel secondo vi ritroverete a pagare 4 pesche 17.85 euro.
  3. La prima sera se vorrete fare serata rispetterete alcune combo indissolubili, tipo la panna per la cioccolata calda o Tom per Gerry: se si va al Country di Porto Rotondo, d’obbligo mangiare la pizza alle 6 di mattina all’Harry’s Bar; se si va al Phi Beach, poi si mangia all’Oasi, poi si va al Ritual… Capito?
  4. Se non avete una macchina per spostarvi, o semplicemente se volete bere tutti quanti, chiamate un taxi. Donatella, la tassista, vi porterà dove vorrete, chiedendovi sempre 5 euro a persona, fino a 7 persone, che si tratti di fare 50 metri o 30 chilometri il prezzo non cambia.
  5. La discoteca con la location più suggestiva per noi Z è senza dubbio una sola: il Ritual di Baja Sardinia. Ricavata da un castello nella roccia, vi lascerà senza parole. Ma attenzione amiche, se verrete con un tacco 12 farete faville coi ragazzi ormonalmente carichi, ma vi ucciderete. Vi dico solo che lo sport preferito dai maschietti è guardare il “volo su scala dissestata”. Quindi a voi la scelta!
  6. Di sicuro una volta rientrati dalla discoteca vi si aprirà un buchetto nello stomaco. Cosa mangiare? Sì, le brioche ci sono dappertutto, ma ragazzi, provate la pizza al pistacchio del Millennium: nessuno sa cosa ci sia dentro, il fegato chiederà la separazione, ma è buonissima!
  7. Appuntamento immancabile è quello al biliardino del Maryton a Porto Rotondo e con i suprematisti sardi: vi ritroverete a giocare partite infinite (e a perdere tantissime birre Ichnusa) contro orde di sardi incattiviti che vi vorranno dimostrare la loro supremazia sul territorio. Divertentissimo.
  8. Se pensate di poter passare spiaggiate intere notti a sbevacchiare con gli amici, NON puntate al Golfo di Marinella. Ho scoperto che c’è un tale che è pagato per aggirarsi dalle 23 alle 5 con un taser (tecnicamente un dissuasore elettrico, in pratica una pistola che colpisce con scariche elettriche) per svegliare le persone che si addormentano sui lettini! Dunque attenti, molto attenti!                                    

Piazzetta di Porto Cervo

LEGGI ANCHE:

Che razza di birra bere a Santorini