L’evoluzione del Billionaire a contagio zero è la Drunk Ecology? Ecco l’esperimento di plogging by BlowJoe per Millennial

Redazione
9 Settembre 2020
55 Visualizzazioni

Chi doveva accorgersene non se n’è accorto, e ha continuato a tenere gli occhi puntati sui focolai dei boomer goderecci. Il nostro Blowjoe ha inventato la DRUNK ECOLOGY, dove provocazione, guerrilla marketing e sacrosanta sostenibilità s’incontrano

Parco dello Scannone, Lido di Volano.  «L’ultima volta che ho visto un gruppo di persone raccogliere i rifiuti in un parco, li ho guardati e mi sono detto: bello, bravi e noiosi.
Quei bravi ragazzi si facevano pure i selfie per farmi sentire un piccolo verme.

https://www.instagram.com/blowjoe_/

E allora mi son chiesto che cosa sarebbe successo se ci fossimo trovati in un bosco, per ripulirlo, sfidandosi a colpi di vino.

Detto, fatto: ho coinvolto via social decine di ragazzi provenienti da diverse città, li ho sfidati ripulire il Parco naturale dello Scannone sul Delta del Po. Con una regola che il plogging tradizionale non prevedeva.

Si dovevano dividere in squadre: ogni 10 minuti sarebbero stati richiamati per misurare la quantità di rifiuti raccolta e per decretare il vincitore del round. Ovvero l’unico esentato dal buttar giù un bicchiere di vino.

Ogni 10 minuti.

Per 4 ore.

Risultato: ripulire un’intera riserva naturale, è diventata una festa ignorante, dove qualche partecipante è diventato a sua volta un rifiuto da raccogliere».

Blow Joe, inventore della Drunk Ecology, la raccolta rifiuti con annessa sbronza

A parlare è il giovane artista del disagio Blowjoe, nome d’arte di Giovanni Pilati, che già avevamo conosciuto per il video del folle viaggio a Los Angeles. Insomma un millennial tutto casa e chiesa.

«Abbiamo raccolto oltre 40 sacchi di schifo, tra batterie d’auto, copertoni, lamiere… divertendoci come a una festa in spiaggia. È stata una vera e propria competizione tra squadre, che, col passare delle ore, diventata sempre più storta ed esilarante» ci racconta Joe.

Da Zennial sgamato, Blow Joe aveva pensato l’evento come marketing sopra le righe: «Per ridere avevo proposto all’ultimo minuto l’idea ai ragazzi di Pff Group, una società di green energy di Ferrara, che si è presentata con 80 bottiglie di vino e tanto tanto ghiaccio».

Ha funzionato? Date un’occhiata a Instagram e giudicate voi stessi: «In effetti hanno cominciato a chiederci di replicare l’evento in tutta Italia», sghignazza Joe annunciando la prima edizione milanese della eco-race.

«Ci piaccia o no, abbiamo la dannata responsabilità che questo ecosistema non vada a puttane. Chiaramente possiamo anche ignorarla, ma la responsabilità è di tutti noi: una spruzzata di politicamente scorretto può davvero aiutare nello scopo».

https://www.youtube.com/watch?v=NtK3O0KOHlY

LEGGI ANCHE:

Chi è Blow Joe, la mente malata dei millennial più giovani

Il sesso dei Millennial è…pochissimo! Se non ci svegliamo, tocca estinguerci

Le conseguenze dell’amore. Ecco cosa il sesso provoca al cervello

Quattro miti sul sesso da sfatare per Millennial liberi di amare

Sesso Millennial. Ne fanno di meno? Sei tu, ragazza, che puoi cambiare le cose