Guida millennial di Capodanno: dimmi che serata fai e ti dirò chi sei

29 Dicembre 2021
972 Visualizzazioni

L’ultimo giorno dell’anno si avvicina e voi, sapete già con chi passarlo? Forse troppo influenzati da “Capodanno a New York” che dal 2011 è la pellicola must da rivedere in questo periodo, pensiamo che la notte del 31 abbia qualcosa di magico.

Decidere con chi passare il Capodanno non è banale, può raccontare la somma di ciò che è accaduto durante l’anno, di un innamoramento improvviso, una delusione, del bisogno di leggerezza o di certezze.

Allora millennial, non siamo certo dei guru, ma abbiamo pensato a una piccola guida ironica per raccontare le sfaccettature della notte più lunga dell’anno, perché la vera domanda non è cosa fai, ma con chi sei.

Capodanno in love

Partiamo da un caso classico, ovvero il Capodanno di coppia. Precisiamo però che ci sono vari stili che vale la pena approfondire. Abbiamo le coppie da una vita, che prediligono un Capodanno a casa, magari invitando altre coppie di amici con bambini. Probabilmente la loro festa finirà dopo il brindisi.

Poi ci sono le coppie “âgée”, escono da un divorzio o da una rottura importante e ce li immaginiamo al caldo caraibico o in una cena romantica con vista su Dubai.

Infine, le coppie “fresh”, quelle fresche di innamoramento, opteranno per una baita in montagna o una città da visitare, location romantiche per i primi ricordi insieme.

Capodanno in famiglia

I più coraggiosi, quelli a cui non è bastato il Natale in famiglia, festeggiano l’ultimo dell’anno con i parenti, ma sicuramente avranno i loro buoni motivi. Questa categoria la immaginiamo a trovare lo zio d’America, nella villa sul mare in Costa Azzurra della cugina o riuniti con tutta la famiglia in un cenone con i fiocchi sul Golfo di Napoli.

Capodanno con gli amici

Un must resta il capodanno con gli amici. Divertente e altamente alcolico, è sicuramente il format che va per la maggiore. Qui le combinazioni sono infinite, dai gruppi di giovani genZ, alle compagnie di una vita. Indipendentemente da questo finiranno tutti a cantare gli 883 e a pensare a ciò che è andato storto, le opportunità perse, i ti amo non detti. Ad alcuni verrà sequestrato il telefono in via preventiva, mentre altri presi dal sottofondo di “Scrivile scemo” finalmente faranno il primo passo.

Capodanno in personal

Diciamoci la verità, non si ha sempre voglia di festeggiare, di essere nel mood, di essere allegri a tutti costi. Quando si avverte di avere bisogno di tempo spazio è giusto rispettarlo e fare ciò che ci si sente. Il Capodanno è un usanza, non un obbligo e si può scegliere di viverlo anche a casa davanti a un film con il proprio cane.

Capodanno in quarantena

Ahimè, a malincuore aggiungiamo questa categoria e mandiamo un abbraccio a tutti coloro che festeggeranno da casa augurandogli di stare in forma. Sappiamo bene che dopo due anni ormai siamo i Masterchef della pizza fatta in casa, abbiamo provato tutti i Glovo nel circondario e visto tutta la libreria Netflix, ma se volete qualche suggerimento continuate a leggere l’articolo.

Consigli millennial

E ora un piccolo consiglio per tutti, indipendentemente da con chi passerete il Capodanno. Abbiamo selezionato le tre più belle proposte di concerti in live streaming gratuiti per la notte del 31.

Leggi anche: