fbpx

Il trend Stay-at-home girlfriend segnerà il declino delle battaglie femministe?

5 Novembre 2022
135 Visualizzazioni

Le nuove, giovani e ricche casalinghe spopolano su Tiktok con video-tips per la cura della casa e del proprio boyfriend. Le Stay-at-home-girlfriend metteranno a rischio decenni di battaglie femministe?

TikTok è inevitabilmente il regno del trend, il trampolino di lancio per contenuti virali dove azzeccare l’algoritmo incanala verso un loop irrefrenabile di views, like e popolarità capaci di smuovere anche gli utenti più scettici. A rendere il social un covo di viralità sono sicuramente le caratteristiche tecniche della piattaforma, le dinamiche di scorrimento e la grafica unite alla professionalità e alla cura dei creator che la popolano, inesorabilmente dediti alla missione di guadagnare views con contenuti che rispettano precise linee estetiche e ritmi incalzanti.

Questa volta a prendere piede è un trend controverso, un contenuto che in pochi secondi fa crollare i pilastri che hanno guidato le lotte sociali di vecchie e nuove generazione di idealiste e femministe. Lo Stay-at-home girlfriend trend celebra la fidanzata mantenuta, il prototipo di donna fuori dai canoni delle nuove generazioni all’avanguardia.

Cosa fanno le Stay-at-home-girlfriends di Tiktok

Dal caffèlatte mattutino alla schiscetta per il pranzo, fino alle pulizie di casa e all’arredamento compulsivo. Tutto per soddisfare il proprio boyfriend, il giovane imprenditore che esce di casa la mattina per lavorare duro e portare a casa la “pagnotta”, o meglio, la grana. L’obiettivo è quello di dedicarsi a se stesse, mostrando in rapidi one-minute-video l’accurata (e costosa) skincare routine, il procedimento per realizzare smoothies a regola d’arte o le tips per sistemare l’armadio secondo precise regole cromatiche.

Il trend Stay-at-home girlfriend

Le giovani creator di Tiktok celebrano la vita da mantenute all’insegna del “godersi la vita senza preoccupazioni” se non quella di vivere giornate all’insegna di yoga e matcha latte rendendo felici i propri uomini. Uomini che, in molti video, si dicono contenti di concedere alle proprie amate il lusso di una vita in moderne abitazioni, fornite di ogni agio e all’insegna del relax quotidiano. Uomini che le incoraggiano a godersi la vita e che sostengono di aver sempre creduto nelle “relazioni tradizionali”.

Agli albori delle ragazze-che-stanno-a-casa

L’influencer Kendal Kay è la capostipite del movimento Stay-at-home girlfriend. Parliamo della portoricana venticinquenne con più di 427.000 follower su Instagram che su TikTok ha pubblicato un video “morning rituals”, definendo se stessa proprio come Stay-at-home girlfriend. Il video ha ottenuto più di 8 milioni di wievs e 13.500 commenti, diventando virale e portando dietro di sé una scia di imitazioni e repliche decisamente consistente. L’hashtag #stayathomegirlfriend, infatti,  ha già di 130 milioni di visualizzazioni su TikTok.

Lungimiranti o retrograde? L’opinione pubblica si spacca

C’è chi le ritiene modelli da imitare, chi le taccia di immaturità e svogliatezza cronica, chi sostiene che si tratti solo di un’altro modo per dire “influencer” e chi, invece, le considera la causa del declino delle vittorie femministe dopo decenni di lotte e sofferenza.

Le ragazze in prima persona sostengono che non possano esistere, nella vita, visioni totalmente bianche o nere. Si definiscono ragazze che lavorano da casa, che creano contenuti per guadagnare da un business personale basato sulle visualizzazioni, sulle promozioni e sul personal branding.

«Penso di agire in un’area grigia, dove sono una Stay-at-home girfriend, ma porto avanti comunque il mio business» sostiene Kendal Kay.

Leggi anche: