Come accontentare i turisti cinesi che sognano l’Italia

25 ottobre 2017
4 Condivisioni 910 Visualizzazioni

Si muovono a gruppi; con la bandierina; mangiano involtini primavera e si rifiutano di parlare con gli stranieri! Se parti così lascia perdere: i turisti cinesi vogliono emozioni forti, capito?

Pensate che siano queste le caratteristiche del viaggiatore made in ChinaSe la risposta è sì sappiate, allora, che vi sbagliate di grosso. E vediamo perché attraverso 5 Punti:

150 mln: sono i cinesi da esportazione vacanziera. Ovvero 150 milioni di cinesi viaggiano all’estero e, udite udite, lo fanno sempre più in “solitaria”. Non proprio soli soli, ci mancherebbe, ma non con mostro-gruppi fantozziani riconoscibili a chilometri di distanza.

Involtini primavera, riso e wonton: se pensate che i turisti cinesi, giunti in Italia, abbiano paura di sperimentazioni culinarie vi sbagliate di grosso. I turisti cinesi all’estero amano sperimentare e, come tutti sanno, il Bel Paese offre il meglio assoluto in termini di esperienze sensoriali in chiave eno-gastronomica. E il vino, sarà un problema? Diremmo proprio di no. Leggete qua:

Nella classifica dei paesi con maggior consumo di vino troviamo la Cina, al secondo posto con una spesa annua superiore ai 28,832 miliardi di euro.

Fonte

Napoli: ai turisti cinesi in Italia piace sempre e comunque, contrattare. Sarà per questo, allora, che una delle loro mete italiane preferite è Napoli? Probabilmente sì e, sempre per supposizione, probabilmente amano questa città in quanto sinonimo di contrattazione 24/7 con lo scippatore di turno che ha fregato loro qualche cosa (valigia, iPad, borsellino…).

Moda: ai cinesi piace molto, e diciamo molto, il made in Italy. Il marchio preferito? Prada seguito da Gucci.

Musei: ai cinesi piacciono i Musei? Certo anche perché a casa loro, ovvero in Cina, non è che ci sia gran che in questo senso. Probabilmente ci sarà qualche tarocco… ma l’originale riescono a trovarlo quasi esclusivamente in Europa.

E se questo è un rapido spaccato del viaggiatore cinese, ecco cosa consiglia Shangai Jungle  – Azienda con sede in Cina specializzata in soluzioni per il turismo cinese:

L’attenzione è un prerequisito per raggiungere i turisti cinesi, ma di per sé avrà solo un impatto limitato.

Per motivare il loro interesse a visitare la vostra città è necessario inviare un segnale forte che la visita sarà per loro una grande esperienza – e potranno trovare facilmente tutte le informazioni necessarie a riguardo.

Fonte

Ma tiriamo un po’ le somme, o millennial che ci seguite, e ipotizziamo che siate ancora alla ricerca della vostra strada professionale. Puntate sul settore del turismo; cercate di accalappiare turisti cinesi (sono tanti e spendono tanto durante i loro viaggi); offrite soluzioni tailor made sulla base di quanto sopra ma… attenzione. Non peccate di arroganza o improvvisazione. In che senso? Non pensate di proporre un’experience vacanziera del genere: “Viaggio a Napoli, con scippo incorporato, sbronza molesta, bancarotta da shopping compulsivo e visita al Museo della Cornacchia”. No! Ragazzi, no! Ci vuole professionalità come insegna il sopracitato Shangai Jungle.

Credit immagine copertina

Allora buttati sul mercato del turismo cinese e NON AVERE PAURA DI SBAGLIARE:

LEGGI ANCHE:

Quattro divieti cinesi che vi faranno sganasciare dalle risate

 

Potrebbe interessarti

Sono Giapponese! Lesson 50? Come affrontare le riunioni di lavoro? Ce lo insegna il Giappone!
Appuntamenti
21 visualizzazioni
Appuntamenti
21 visualizzazioni

Sono Giapponese! Lesson 50? Come affrontare le riunioni di lavoro? Ce lo insegna il Giappone!

Kentaro Hara - 21 ottobre 2018

Come affrontare le riunioni di lavoro in Giappone? Cerca di non essere considerato presuntuoso, altrimenti devi accettare l’ordine silenzioso dei…

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno
Moda
7 condivisioni94 visualizzazioni
Moda
7 condivisioni94 visualizzazioni

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno

Consuelo Crespi - 20 ottobre 2018

Le scarpe V design sono un connubio di lusso e minimalismo, e un ritorno all’artigianalità italiana. Per Millennial che, al…

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  
Cultura
3 condivisioni69 visualizzazioni
Cultura
3 condivisioni69 visualizzazioni

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  

Consuelo Crespi - 19 ottobre 2018

Questa mattina mi sono svegliata e, scrollando le varie pagine social, una notizia spaventosa mi è capitata davanti agli occhi. “NIRVANA REUNITED”, con l’immagine…