fbpx

Ho provato la modalità festival di Tinder, e poteva andare peggio

30 Aprile 2022
402 Visualizzazioni

Novità in arrivo dall’app di incontri più famosa al mondo, il caro amato Tinder ha (ri)lanciato la ‘Modalità Festival‘, progettata per aiutare le persone a trovare amici e connettersi prima dei grandi concerti. I tempi sembrano ormai maturi (diciamo pure che l’app non era invecchiata benissimo negli ultimi 2 anni), la sezione ‘Tinder Esplora’ ha accolto con successo la nuova feature, tanto che è già possibile iniziare a cercare nuovi match in vista dei festival 2022, come Governors Ball, Bonnaroo, Stagecoach, EDC Las Vegas, e Lollapalooza (solo per citarne alcuni).

La funzione, presentata per la prima volta nel 2019, è stata creata in collaborazione con la società di intrattenimento Live Nation, e con i produttori di eventi AEG Presents e Superstruct Entertainment. Secondo una ricerca condotta da Tinder, il 61% dei single afferma di aver fatto amicizia, o di aver iniziato una relazione, con persone incontrate ai festival di musica o a un concerto. “La modalità Festival colma il divario tra gli incontri online e le connessioni nella vita reale, consentendo ai membri di Tinder di trovare altri partecipanti prima che i party abbiano inizio”, si legge ne comunicato. 

Ma la nuova modalità come funziona, se funziona? 

Modalità Festival attivata

La musica è un linguaggio universale e l’interesse numero uno tra i membri di Tinder, in tutto il mondo. Molti dei nostri membri sono entusiasti di tornare agli eventi di persona,  volevamo sfruttare quell’entusiasmo e permettere loro di fare nuove conoscenze in vista di una delle più grandi stagioni di festival degli ultimi anni“, ha affermato Kyle Miller, vice presidente del dipartimento Product Innovation di Tinder. 

Ed ecco spiegato in maniera semplice come funziona: anzitutto si sceglie il festival, gli utenti possono selezionare le destinazioni più in voga per la stagione 2022, e iniziare a cercare nuove persone già un mese prima dell’inizio dei concerti. La modalità è attiva nella sezione ‘Tinder Explore’, come uno dei tanti modi in cui i membri possono scoprire e interagire attraverso interessi ed esperienze condivise. La modalità Festival presenterà oltre 20 dei più grandi festival di tutto il mondo e includerà anche uno spazio “Festival Goers” (ossia gli amanti della musica e dei festival in generale), per coloro che non parteciperanno a un evento elencato ma che desiderano comunque connettersi con nuove persone

Si ma qualcuno ci dà un feedback?

Al momento ancora poche persone hanno provato la nuova modalità, la feature è ancora fresca, anche se il ri-lancio è stato accolto con successo dagli utenti della app. Solo Giulia Gray, giornalista per Stereogum, racconta di aver utilizzato Tinder durante l’estate del 2019 (quando il mondo aveva ancora un senso) in vista del Governors Ball, il Summer festiva di NYC: “La modalità Festival non è molto user friendly – scriveva 3 anni fa – devi far scorrere i profili e trovare quelli abbinati al tuo festival. Sabato sono rimasta fuori dai cancelli del festival, scorrendo fino a quando non ho trovato il mio match, premiato con un adesivo blu e rosa ‘Gov Ball’, che è apparso sulla mia foto profilo”. 

Gray è riuscita a fare qualche match, iniziare a parlare con uno sconosciuto sapendo di avere interessi comuni aiuta a rendere la conversazione più gradevole, ma nonostante le premesse per la giornalista la modalità Festival è un pass. “Avevo conosciuto Nick, a tutti e due piacevano i Major Lazer, con la differenza che lui non aveva nessuna intenzione di ballare. Io invece amo ballare”. Attendere con ansia il concerto dei tuoi musicisti preferiti e poi girare con un estraneo che distrugge le vibes non è il massimo, la modalità Festival può rivelarsi un arma a doppio taglio. Ma nel complesso, poteva andare peggio.