Fedez affitta casa: cosa ne pensa una Sciuragram? “Sembra l’Ikea!”

Avatar
6 Aprile 2018
2143 Visualizzazioni

Fedez affitta casa. Già, per poche ore è comparso su Idealista l’annuncio di locazione della casa meneghina della coppia più likata di Instagram (Fedez e Ferragni). Noi abbiamo immaginato di visitarla in compagnia di una Sciuragram, ovviamente milanese, snob e fuori dal mondo, per capire cosa potesse pensare. Ne è nato un dialogo futurista.

 

(S= Sciuragram; I= Immobiliarista)

S: Ma chi è il proprietario.

I: Fedez, signora. Non ha letto, qui fuori: “Fedez affitta casa?”

S: Mai sentito. Chi è, quello delle spedizioni?

I: No, signora, non è quello delle spedizioni. E’ un cantante famoso ed è anche spostato con la Ferragni… l’influencer più pagata del mondo. Non li conosce?

La Sciuragram manco risponde, fa la faccia schifata e dice: No, no,  guardi, mai sentito.

I: Poco male, signora… cosa dice della casa?

S:  Mah… un po’ da parvenue, non è una di quelle belle case d’epoca coi soffitti alti e i mobili di antiquariato. Non c’è neanche una cassettiera del Sette e cos’è questa roba qui? Un flipper, un giubocs… Cos’è? Ma no, ma no, ma no… non si può.

I: Ma, signora, guardi che vista. Poi è un immobile di prestigio. Ovvio, è un attico moderno, ma ha i suoi pregi.

S: Ma va, sembra una casa dell’Ikea. Siamo mica in Costa Azzurra. Che poi, tra l’altro, sono appena tornata dalla costa Azzurra. Ero a casa della mia amica Pietrina, che ha una bellissima villa sulla Martesana (ma cosa vuol capire lei di ville d’epoca con saloni enormi uno dopo l’altro) e guardi … anche lì, un condominio del genere, rovinerebbe il paesaggio.

 

 

I: Ma, signora, i proprietari sono una coppia giovane. Hanno gusti un po’ alternativi.

S: No, guardi… le cose belle sono belle sempre. E i mobili d’epoca danno un tono alla casa. Anche se sei giovane. Un bel tappeto persiano, cornici d’argento. Ma no, ma no….

I: Si rende conto: Fedez affitta casa? Non le interessa l’affare?

S: Questa casa va ben per uno nato a Rozzano o a Quarto Oggiaro, non per mia figlia. Questi due saranno due di internet.

I: In che senso?

S: Quelli lì che si fanno i self, no? Che poi mia figlia mi deve insegnare come avere Instagram. Le ho chiesto qual è quella cosa con cui sai tutto di tutti e lei mi ha detto: “Sono i Social”. Allora le ho chiesto quanto costa averlo e lei mi ha detto: “Gratis. Basta avere una mail e una password.” Ma non ho capito bene. Chiederò a mio cognato che lavora su internet e sa tutto.

A questo punto suona il cellulare della Sciuragram. E’ la sua amica Margherita che la sta aspettando. (M sta per Margherita)

M: Dove sei che ti stiamo aspettando? Dobbiamo iniziare a giocare!

S: Scusa Margherita, sono qua che ho perso un sacco di tempo per mia figlia.

M: In che senso?

S: Mi ha mandato a vedere una casa, una baracconata di roba che non puoi capire. Il proprietario è un drogato.

M: Come, un drogato?

S: Sì, un cantante, uno così insomma. Arrivo.

La Sciuragram riattacca, guarda l’Immobiliarista e dice:

S: Guardi, devo scappare adesso perché la mia amica mi aspetta per giocare a Burraco.

Si gira e se ne va senza neanche salutare.

Da qui abbiamo capito che, per una Sciuragram, un cantante è un drogato; una casa moderna è una vaccata senza classe, uno super ricco grazie a Internet è uno tirato su dal tombino. Certezze granitiche  con cui la Sciuragram evangelizza il prossimo con un eloquio del tutto privo di filtri. Perché essere Sciuragram agée è proprio questo: poter fare e dire qualsiasi cosa. Tanto, alla mia età, faccio quello che voglio.

Dopo Fedez affitta casa: cosa ne pensa una Sciuragram?, LEGGI ANCHE: