Ferrara Città del Futuro: c’è speranza di intelligenza anche per la provincia

Consuelo Crespi
20 Maggio 2019
1066 Visualizzazioni

Cosa succederebbe se la provincia diventasse Smart? Oggi il termine Smart City viene spesso collegato alle metropoli  come Milano, ma c’è una speranza anche per le nostre piccole città natali, che potrebbero diventare tecnologiche nei prossimi anni. Ne parleremo a Ferrara, giovedì 23 Maggio, con l’incontro “Città del futuro – #EsteReborn”, organizzato da 22HBG. Gli amici del Bar Sport giocheranno a carte con le AI? Lo scopriremo presto.

Sono quattro anni che mi sono trasferita da un piccolo paese di 20.000 abitanti ad una città con un milione e 352 mila persone. Dalla più dispersa provincia alla metropoli di Milano, ogni volta è come fare un piccolo viaggio del tempo, tra passato e futuro. Luce, movimento, rumore, ma soprattutto velocità: sono queste le parole che mi vengono in mente se penso alla città in cui vivo oggi,  in contrasto con la realtà di provincia che mi ha cullata per molti anni.

Che cos’è la Smart City?

Milano è una Smart City, termine che indica una città intelligente 4.0, in grado di gestire le sue risorse stando al passo con le innovazioni e con la rivoluzione digitale. Una città intelligente garantisce al suo milione di abitanti una vita più semplice, in un ambiente organizzato, dinamico, ecosostenibile. Insomma, tutte quelle cose che piacciono tanto a tutti. E’ come se la città si trasformasse nel maggiordomo di chi la abita. Un maggiordomo attento a evitare che la gente rompa le palle lamentandosi in continuazione… come? Garantendo l’unica cosa che placa le ire del popolo: i servizi veloci.

Sei a Milano, sono le tre di notte e non sai come tornare a casa? I bus funzionano, e c’è pure un’ incredibile quantità di car sharing, biciclette, monopattini, motorini pronti ad accompagnarti…si materializzano davanti ai tuoi occhi nel momento del bisogno e sembrano dirti: “ci penso io a te, usa soltanto il tuo pollice per sbloccare l’ app.” ù

In una Smart City come Milano puoi salire sui tetti del Duomo, o passeggiare tra le catacombe senza rinunciare a qualche scroll del tuo profilo Instagram, perché la connessione veloce esiste ovunque. Attraversa gli strati del tuo corpo, ti circonda, ti accompagna ovunque vai. Vi siete mai chiesti perché i milanesi camminano così velocemente? È la connessione 5g che carica i loro passi.

La provincia è…lenta?

Le Smart City creano dipendenza, perché sono gentili, ti vogliono bene e ti viziano in continuazione. Quando torno a casa in provincia entro in depressione. La lentezza mi infastidisce dopo pochi giorni, devo sempre usare la macchina altrimenti mi tocca aspettare il bus per 30 minuti, blocco il film per farlo CARICARE, il wifi pubblico esiste solo nel parco, e nemmeno funziona con più di 3 persone attaccate. Che sclero! A soli 45 minuti di macchina c’è il paese dei balocchi e loro sono ancora lì ad ordinare la pizza consultando le Pagine Gialle.

Ferrara città del futuro

Ma se anche la provincia diventasse Smart? Per scoprire se si tratta di realtà o utopia, bisogna prendere un biglietto per Ferrara, dove si terrà l’incontro di 22HBG “Ferrara Città del Futuro. Forse i Ferraresi si sono stufati della gente arrampicata sul castello in cerca della connessione e hanno deciso di agire, o almeno confrontarsi. L’evento alla Camera di Commercio, di giovedì 23 Maggio, riunirà gli esperti di nuove tecnologie per ragionare sulle prospettive della città tra connessione 5g e intelligenze artificiali, insieme al patrocinio del Consorzio Ferrara Smart City.

Se la provincia diventasse Smart, nulla mi farebbe più effetto della maestra Pina che va a scuola con una Bike Ecologica, il dottor Porta che si prenota il parcheggio con l’app online, mia nonna magicamente attenta allo smaltimento sostenibile dei rifiuti, al cibo eco. Touchscreen digitali sparsi in giro per le piazze che avvertono sulle previsioni del tempo, gli anziani ne andrebbero matti. Gli amici del Bar Sport finiranno una volte per tutte di tirare calci alla televisione per cercare quel dannato segnale. La provincia che si evolve in Smart City è un sogno così strampalato che non vedo l’ora si realizzi.

Per maggiori informazioni e scoprire gli speaker dell’evento visita il sito ufficiale.

LEGGI ANCHE:

L’amore ai tempi della velocità: le migliori app cerca persone incontrate per caso

Cazzo di cane Mugsy: l’oscena creatura che ha invaso i social. Uccidiamola!

Facebook è morto, ucciso da vecchi che perfino nei bar erano disprezzati