Sono Giapponese! Lesson 26. Tokyo: festival della flatulenza maleodorante. Il ragazzo giapponese preferisce le scoregge di Mantegna

Kentaro Hara
5 Marzo 2018
2294 Visualizzazioni

Sono combattuto. Ciò che sorprende anche il vostro ragazzo giapponese è appunto sta notizia che in Giappone si tiene un evento degustazione scoregge di belle ragazze, una sagra della flatulenza maleodorante. Seconda edizione. Già. Quindi, un weekend turbolento in cui da voi in Italia si discute sulle elezioni, mentre qui in Giappone in un angolino di Tokyo si raduna un gruppo di gente incuriosita di “sentire” le scoregge di sventoline. Il ragazzo giapponese, cioè io, preferirebbe quelle di Mantegna. A questo punto.

 

 

Si tratta di un evento rivolto a una parte (solo limitata e annusona, spero…) dei giapponesi che hanno questo interesse verso flatulenza maleodorante delle ragazze. Ah, dimenticavo di dire che ste ragazze sono tutte e tre sexy actress, insomma una specie di pornostar, direi.

Tuttavia, mi pare che sia un evento entro il limite di leggi, per quanto mi sia informato fino a questo momento, perché chi si prende scorregge in volto non è obbligato. Però io, guarda, mi sento combattuto. Non pensavo che ci fosse la gente a cui interessa flatulenza maleodorante di pollastrelle. È vero che oggigiorno in questo mondo ci sono un po’ tutti i tipi di gente in giro, però…questo evento va sopra le righe (che potevo immaginare).

Io, seppur sia un amante dell’arte italiana soprattutto quella rinascimentale, non gradirei scoregge di NESSUN artista, anche se fossero di Raffaello o di Mantegna – che doveva farle silenziose ed efficaci. Per carità di Dio. Magari Mantegna, a pensarci bene, se sorveglio sua dieta per settimane…

Qui però ricordo in fretta una frase, una tra quelle più giapponesi che ho imparato in Italia.

“Ognuno fa quello che vuole, poi tanto muore.”

Con sta frase, devo adesso cercare di tranquillizzarmi…non si deve applicare solo il proprio punto di vista su cose. Li devo lasciare stare da soli.

Il biglietto per la sagra della flatuelnza maleodorante? Per quelli di pre-vendita, costa più o meno €30. Per il giorno stesso, €35. Secondo l’organizzatore dell’evento, nella prima edizione sono andati a ruba ma anche nella seconda. Caspita.

Cosa si fa dentro? Dicono che le ragazze si fanno vedere su una specie di palco centrale attorno al quale si radunano e si impiantano i “clienti”. Poi, sembra che si organizzino alcuni giochi che fanno tutti insieme ed eccettera, ma poi arriva un momento di silenzio in cui tutti quanti aspettano il picco dell’evento, cioè: “Emissione più o meno rumorosa di gas intestinali”.

La terza edizione del festival flatulenza maleodorante? Non si sa mai quando sarà. Ma…mi pare che ce ne sarà un altro, almeno…quindi potrete averne qualche possibilità anche voi, amici italiani! Non scoreggiarvi…no…Non scoraggiarvi (maneggio bene assonanze, visto?)! Venite pure in Giappone anche solo per questo motivo annusone.

 

LEGGI ANCHE: Sono giapponese! Lesson 25. Non Holly e Benji! Il titolo originale è Cielo e Fonte. Tutta la verità sui cartoni animati giapponesi