fbpx

Nel 2021 i colloqui di lavoro saranno solo online, alcuni consigli per arrivare preparati

Avatar
27 Dicembre 2020
120 Visualizzazioni

Come ogni fine anno che si rispetti è tempo di bilanci e di progetti per il futuro. E mai in questo preciso momento storico il futuro professionale è un’incognita.

Chi infatti avrebbe mai potuto immaginare, nell’elaborare i propri piani per questo 2020, che si sarebbe verificata una pandemia a livello globale di siffatte proporzioni? Ogni progetto è andato più o meno in fumo, e altri si sono affacciati nelle nostre carriere. Solo chi ha saputo fare di necessità virtù è riuscito a reinventarsi e a non soccombere agli eventi.

Come sarà il lavoro nel 2021

Ma per il prossimo anno cosa ci aspetta? Quali sono le carriere e gli sbocchi professionali su cui puntare? Bella domanda, si dirà. Ma c’è chi, come l’autorevole rivista Forbes, ha provato a dare una risposta concreta. O meglio, delle indicazioni da tenere in considerazione per orientare le nostre scelte.

Alla base del lavoro del 2021 ci sarà, ancora una volta lo smart working. Il lavoro da remoto, infatti, è una scelta obbligata per molti e anche per il prossimo anno il ritorno in ufficio sarà lento. In alcuni casi probabilmente non avverrà affatto. In molti altri i licenziamenti saranno una realtà. E in molti settori, come il turismo e l’intrattenimento, si stima che lo stop durerà almeno fino al 2025. Come sopravvivere?

Arrivare  pronti ai colloqui di lavoro online

Pur essendo alienante sotto molti aspetti, conviene prendere il buono del lavoro da casa. su tutti l’elemento principale è che a un freelance permette di organizzare il proprio tempo e portare avanti più collaborazioni in parallelo. E per chi si è sempre occupato di mansioni che è impossibile svolgere da casa è bene puntare su corsi di formazione, su un aumento delle proprie competenze almeno a livello teorico.

Perché poi ci si gioca tutto in sede di colloquio, che giocoforza sarà online. Una modalità dove è difficile eccellere, non particolarmente apprezzata nemmeno dai datori di lavoro che prima di prendere una decisione chiedono ai candidati di superare diversi colloqui extra e valutazioni online.

A questo punto, forse, converrebbe puntare tutto su scrittori professionisti di curriculum e lettere di presentazione. Non che il successo sia garantito, ma per chi sa scrivere potrebbe essere un punto di ri-partenza interessante.

Leggi anche: