fbpx

La guida definitiva per lavorare con i millennial

29 Giugno 2021
493 Visualizzazioni

Istruzioni per l’uso.

Millennial, per i boomer, una razza metà stasi, metà fisica. Incomprensibili per loro e per molti della generazione X. Imperscrutabili per gli addetti delle risorse umane. Ecco I nostri consigli per lavorare con questa specie che sta colonizzando il mercato del lavoro. Buon’avventura.

1. Cercali nel loro habitat naturale

I millennial, non si trovano per strada, non vanno porta a porta distribuire i curriculum vitae (forse a Londra sì). Quindi come fare per assumerli? Organizza un safari nel loro ambiente naturale, Tinder, Instagram (o Twitter se state cercando un ̶q̶u̶a̶l̶u̶n̶q̶u̶i̶s̶t̶a̶ giornalista) ce ne sono di tutti i colori con tutte le loro variopinte pose.

Attenzione! Ricorda che in assenza di soldi veri e con contratti farlocchi il millennial ritiene importante il luogo di lavoro, quindi promettigli una guida spirituale da seguire su Instagram e non un capo intransigente.

2. Paga i millennial con esperienze

Mentre in Italia si parla dei lavoratori stagionali le nostre ricerche dell’ultimo anno ci mostrano come le esperienze che millennial posso fare al lavoro contano tanto quanto il lavoro stesso. Se non puoi dargli uno stipendio che superi i 400 euro al mese, con un lavoro duro e stressante allega un mese in una palestra di arrampicata o una cena in agriturismo esclusivo, insomma una qualsiasi esperienza che regali spazi per foto instagrammabili, questo conta più di qualsiasi contratto sindacale.

3. Non parlarci mandagli gif

Nessuno sa come funziona la mente di un millennial.

E tutti hanno paura di chiederlo o forse, più semplicemente, hanno paura della risposta. Quindi come entrare in sintonia con uno di loro? Inizia la discussione. Parla dell’ultima serie tv lanciata su Netflix o Prime Video e otterrai immediatamente la loro attenzione.

Non sbilanciarti però, lascia che sia lui a esporsi, così da capire se è un fan o reputa la serie una merda (sì i millennial sono un po’ volgari).

4. Ripaga il millennial degli sforzi

Se ha fatto un buon lavoro regalagli un toast con l’avocado. Nessun aumento. Questo è il loro modo di sentirsi apprezzati.

Se il futuro è della gen Z, il presente e la digitalizzazione della tua azienda passa dai millennial, fosse pure per pubblicizzare la tua pizzeria su Instagram. Quindi tieni duro, compra degli avocado e non sforzarti di capire la mente di un millennial, accettala piuttosto per quello che è, un insieme di meme e obiettivi sconclusionati.

 

 

 

Leggi anche: