fbpx

Il futuro dei millennial? Vivere in viaggio ed essere pagati in crypto

28 Settembre 2021
183 Visualizzazioni

Non hai bisogno di una casa, tua madre mentiva. Anchorless living, lo chiamano così, letteralmente “vivere senza ancora”. Una delle magie possibili grazie al lavoro da remoto. 

Tulum, Guadalajara, Geres o Bad Gastein? Non sono parolacce somale, sono la tua prossima casa che non è una casa ma molto di più. Il tuo prossimo ufficio non è un ufficio. Il mondo si sta riempiendo di nomadi digitali che lavorano da remoto e anche i servizi destinati a loro crescono.

Il 40% dei dipendenti pensa che lavorerà così in futuro. In Italia? Il 97% non vuole tornare in ufficio.

Dove c’è domanda c’è anche offerta ed ecco che già nel 2015 nasce Selina (unitasi a Remote Year). Ad oggi una delle compagnie “alberghiere” più interessanti al mondo. Conta infatti 116 strutture, in oltre 20 paesi, sparpagliate nel mondo. Dichiara orgogliosamente di rivolgersi ai millennial e alla gen Z, economicamente consapevoli, rigorosamente nomadi digitali.

Non si tratta di essere turisti

Il lavoro da remoto è esploso con il covid ed è solo l’inizio per le piattaforme che offrono ambienti adatti sia a vivere che lavorare, facendo però tesoro di esperienze. Non si tratta più di vedere il maggior numero di cose nel minore tempo possibile ma di viverle appieno, interagendo con esse.

Il budget culturale: quello che le aziende risparmiano sulle dimensioni sede fisica andrebbe investito sulla cultura, perché la cultura, si sa, è sempre un buon investimento. Nuove idee per i dipendenti = azienda dinamica ed innovativa.

Addio macchinetta del caffè

Per Selina il successo di un progetto locale si misura in amicizie create, questa è la metrica utilizzata da loro, non il numero di like con foto di spiagge paradisiache. Un approccio che stravolge i valori di molte aziende e degli uffici tradizionali. 

Selina Spazio Coworking

© Selina

Portarsi dietro l’ufficio con la tavola da surf

Workcation (work+vacation) in Italiano? Lavoracanza, chiamalo come vuoi ma è ciò di cui abbiamo bisogno noi millennial. Che sia Messico, Panama, Colombia  Guatemala, Selina è la struttura del futuro per nomadi digitali.

Il posto letto è l’ultima delle preoccupazioni, workstation e spazi comuni sono progettati per favorire le connessioni e la produttività offrendo parallelamente altre attività che consentano di svagarsi e conoscere persone e culture fuori dalla sfera lavorativa.

Selina attività

©Selina

Innovazione

Tra i progetti rivoluzionari c’è un modello di abbonamento nel quale per ogni euro nella struttura speso intaschi 10 token. Pensate se il vostro prossimo hotel vi pagasse in crypto ogni volta che prendete qualcosa dal frigobar? Siccome anche il benessere dell’ambiente è prioritario per Selina, si ricevono token anche per partecipare a progetti di volontariato come ad esempio facendo Plogging.

Quindi prepara lo zaino, che The Millennial puoi leggerlo anche da una spiaggia di Puerto Viejo, non vi auguriamo più buon lavoro ma buon viaggio.

Leggi anche: