fbpx

Mugler x H&M: la collaborazione non ha fatto in tempo a uscire che è già sold out

11 Maggio 2023
955 Visualizzazioni

Mugler x H&M è ufficialmente “viva”. La collaborazione più attesa degli ultimi tempi è in vendita dall’11 maggio sul sito ufficiale del brand svedese e in tutti i negozi selezionati. Le avete viste le file chilometriche davanti allo store di piazza del Duomo a Milano? Parte della collection è già sold out, ma c’era da aspettarselo dato l’hype.

La designer collection disegnata da Casey Cadwallader (direttore creativo della storica maison dal 2017) ha già colpito e affondato un’intera generazione. Il primo annuncio era arrivato il 22 febbraio 2023 e aveva risvegliato il mondo della moda e i suoi appassionati con un effetto sorpresa, poi il silenzio. Com’è che si dice? «L’attesa aumenta il desiderio» e per i fan di Mugler è stato davvero così. Un’occasione imperdibile, un momento più unico che raro: accaparrarsi capi firmati a prezzi nettamente inferiori rispetto alla media del brand. Grazie a H&M questo è stato possibile: good job!

Non è la prima volta che il brand svedese si impegna a collaborare con grandi nomi dell’alta moda mondiale. Dal 2004, infatti, H&M inserisce capsule collection griffatissime all’interno del suo guardaroba: Karl Lagerfeld, Versace, Simone Rocha, Balmain, Moschino, Erdem. Il progetto è stato “bloccato” per cause di forza maggiore (intendiamo, ovviamente, il covid) nel 2020, che non hanno reso possibile il fluire dell’anima di H&M insieme ai grandi brand di lusso.

Forse è anche per questo che il mondo stava aspettando un grande ritorno: detto fatto, il 2023 pare essere l’anno della ripresa (ma non urliamolo troppo forte).

Mugler x H&M: nella collezione c’è tutto, ma proprio tutto tutto 

Nella collezione Mugler x H&M c’è davvero tutto: capi da donna, capi da uomo, capi per chiunque. Non ci sono regole da seguire, non ci sono schemi e preconcetti, la collezione si rivolge a chi ha il sogno di vivere un’esperienza unica, appostamenti dalle 5 del mattino compresi.

La collezione ospita il mondo Mugler, e H&M lo accoglie a braccia aperte: ecco le iconiche tutine stretch, le felpe bustier, i dettagli cut out, le trasparenze, i body simbolici, i leggings sexy, la pelle e il denim a non finire. L’estetica tangibile è quella della moda Y2K con un forte sguardo al passato, alla tradizione del brand, ai suoi volti più iconici, ai suoi simboli memorabili, per non dire indelebili.

Non a caso il lancio della collezione Mugler x H&M è avvenuto attraverso la condivisione di un contenuto audiovisivo costruito alla perfezione: musica, persone, anteprime fashion e inclusività. Sulla base musicale di Music Sounds Better With You, brano di Stardust del 1998 per l’occasione rivisitato dalle cantanti Amaarae, Shygirl, Eartheater e Arca, il pubblico riesce a toccare con lo sguardo ogni cm del mondo Mugler. Accanto ai nuovi arrivati in casa Mugler, ci sono i volti di coloro che hanno fatto la storia del brand: parliamo di Jerry Hall e Connie Fleming, grandissime icone e muse di Thierry Mugler negli anni Novanta. Compare anche Mariacarla Boscono, altra icona della maison e volto immancabile nella campagna della collection.

Insomma, in Mugler x H&M c’è davvero tutto, il “problema” sarà riuscire ad acquistare qualcosa prima che finisca.

La collaborazione Mugler x H&M accoglie persone e raccoglie consensi

Mugler è il sogno, Mugler fa sentire le persone potenti e fiere di essere sé stesse. Questa è la grande premessa che muove le giovani generazioni, ben contente di farsi ore e ore di fila per riuscire a conquistarsi (forse) qualcosa. I capi disegnati da Casey Cadwallader per H&M riassumono un po’ quella che è la moda odierna: una moda che scardina, una moda che smuove, una moda che talvolta può essere scomoda, ma a che serve essere comodi in un mondo che vive nel caos?

Basta vestirsi delle proprie personalità e non avere paura di farlo: questo è ciò che Mugler vuole trasmettere.

Non solo emozioni: dietro la collaborazione Mugler x H&M c’è una strategia

Moda e sensazioni da una parte, marketing e strategie dall’altra. Era impossibile non toccare questo tasto, soprattutto quando si tratta di collaborazioni così importanti. Le collab. tra fast fashion e brand luxury non sono nuove, è vero, ma pare che quella tra Mugler e H&M abbia in sé qualcosa di diverso. In primis, la nuova collection ha avvicinato nuove persone al mondo del brand svedese, in particolare a quello delle designer collection, ma è già comunque un passo notevole.

In secundis, è interessante notare come lo stesso Mugler abbia scelto di fare concorrenza ai dupe (imitazioni) dei suoi stessi prodotti, realizzando tutta una serie di capi in perfetta linea con l’identità storica del brand, a differenza dei tessuti e dei materiali, ovviamente diversi dagli originali di lusso (in fondo stiamo sempre parlando di H&M). Basti pensare all’iconica tutina total black aderente con dettagli cut out trasparenti: sui social media, specie su TikTok, sono esplosi contenuti virali in cui si davano consigli su dove acquistare il capo in questione a prezzi inferiori e ovviamente di altri brand. Viene in mente anche Tezenis, che poco tempo fa ha lanciato una tutina molto simile.

Marketing e strategie di vendita a parte, se siete fan di Mugler c’è da correre: sul sito di H&M è quasi tutto sold out!

Leggi anche: