Sono Giapponese! Nuova era di Giappone è Rei-wa, rapporto armonioso tra gente

Avatar
3 Aprile 2019
271 Visualizzazioni

Evviva avviva la nuova era del Giappone! Com’è che si chiama? Cosa significa? E soprattutto come reagite voi giapponesi e poi…i vostri “cugini” asiatici? Mammamia, mi arriva ‘sta ondata di domande sull’annuncio del nome della nuova era. A risponderci ghe pensi mi, cioè il ragazzo giapponese.

Erano tutti agitatissimi in Giappone la mattina del 1º aprile in attesa dell’annuncio del nome della nuova era del Giappone che partirà (solo) dal 1º maggio. Il governo precedentemente diceva che avrebbe proclamato il nome dell’era imperiale “più o meno” alle 11 e mezza. Tutto il Giappone iniziava, già alle 11 e 31, a diventare impaziente e impazzito dicendo: “Ma non ancora? Guarda che sono le 11 e 32…2 minuti di ritardo. Mica è successo qualcosa di complicato? Ma noooo, sono già le 11 e 41!”. In quel momento mi sembrava che tutti fossero piombati nel delirio totale! Ihihihih. Che ridere!

Un italiano si chiede: La nuova era del Giappone, come si chiama? E cosa significa?

 

– Elementare. È Rei-wa. Fai attenzione a NON pronunciare la parte finale W come Walter. Invece, come Wonder in inglese. T’è capì? Secondo quanto spiegato, alla TV, da un famoso glottologo giapponese, Kindaichi, “Rei” anticamente significava Oracolo o Annuncio dato agli uomini dalla divinità. Oggi significa anche Rapporto armonioso tra la gente.

Un giapponese (distratto): Dai, raga, andiamo oggi a festeggiare l’inizio della nostra nuova era! Evviva! Possiamo farlo già?

Va’ che sei scemo? Ma anche no! Il governo ci ha pubblicato soltanto il nome della nuova era, però il suo esordio ufficiale sarà il 1º maggio. Siamo ancora in epoca Heisei. Devi aspettare ancora un mese se vuoi festeggiare “l’inizio” dell’era successiva. Stai sereno.

Un cinese: Si dice in giro che il nome Rei-wa è stato coniato con i due kanji estratti dal testo di una Tanka, cioè breve poesia giapponese, antica e, detto questo, è il primo nome di provenienza puramente nipponica. Ma non è vero. Sai, i kanji sono originariamente del tutto cinesi. Quindi la vostra spiegazione non mi torna.

– Dal mio modesto punto di vista, si potrebbe dare una spiegazione anche così come la tua. A parte questo, sai qual è il problema? La tua pronuncia. Non è Lei-wa, ma ufficialmente Rei-wa. Ce la puoi fare? Non ti preoccupare se non ci riesci. Tanto, voi pronunciate i kanji in modo vostro, noi nel nostro. Esaltatevi con i kanji che vi meritate, cari amici cinesi!

Ok, tutto qui. Mi sembra di aver risposto a tutte le domande a riguardo…eh? Quel cinese, sei ancora qui? Che c’è? Hai un’altra cosa da farmi?

Un cinese (di nuovo): Dimenticavo di dirvi, cari amici giapponesi, che la parola Rei-wa l’abbiamo già registrata come marchio in Cina con un anticipo di un paio di anni. Ihihihih. Così voi siete già limitati a fare business con queso nome della nuova era imperiale. State attenti. Ciaone!

– Ussssssssti! Che cacchio mangiano da quando sono nati per diventare così? Vabbè, dalla prossima volta in poi dovremo prima registrare il nuovo nome dell’era come marchio. Dopodiché, solo dopo la registrazione, sarà il momento giusto di farne l’annuncio ufficiale. Ihihihi.

LEGGI ANCHE:

Sono Giapponese! Lesson 65. Come riconoscere la carne giapponese migliore. Non solo kobe e wagyu!

Sono Giapponese! Lesson 64. Usanze giapponesi: l’apocalittico trasloco di marzo che genera profughi

Sono Giapponese! Lesson 63. Film Anime 2019: da Pokémon a Conan Edogawa, da City Hunter a Doraemon