Peter Handke è premio Nobel per la letteratura 2019. Chi cax è? Leggi qui

Avatar
10 Ottobre 2019
379 Visualizzazioni

Dopo lo scandalo per le molestie sessuali che aveva investito l’Accademia svedese lo scorso anno, i membri rimanenti avevano deciso di non assegnare momentaneamente il Nobel per la letteratura 2018. Perciò quest’anno abbiamo due designazioni: una per il premio Nobel per la letteratura 2019 e una per il precedente. Chi è Peter Handke?

I toto-Nobel quest’anno non includevano nessuno scrittore italiano, anche se nella storia del premio se ne annoverano parecchi, a partire da Giosue Carducci (1906). Quest’anno i pronostici davano come favorite le donne ma la previsione è stata solo parzialmente azzeccata.

 

Il vincitore del premio 2019 è Peter Handke invece per il 2018 il premio va a Olga Tokarczuk.

 

Di seguito due brevi schede riguardanti i due autori, se vi state chiedendo chi è Handke e chi è Tocarczuk.

 

PREMIO NOBEL 2018

Nome e cognome: Olga Tokarczuk

Data di nascita: 29 gennaio 1962

Nazionalità: polacca

Opera d’esordio: una raccolta di poesie Miasta w lustrach (Città allo specchio, 1989) e il romanzo Podróż ludzi księgi (Il viaggio del libro-popolo, 1993)

Ultima opera pubblicata: Opowiadania bizarne (2018)

Traduzioni italiane: I vagabondi (Bompiani); Nella quiete del tempo (Nottetempo); L’ anima smarrita (Topipittori); Casa di giorno, casa di notte (Fahrenheit 451); Che Guevara e altri racconti (Forum edizioni), Guida il tuo carro sulle ossa dei morti (Nottetempo).

Il libro più importante della Tokarczuk è il romanzo storico Księgi Jakubowe (Il libro di Giacobbe, 2014). La Tokarczuk ha vinto per ben due volte il premio Nike oltre al Man Booker International Prize nel 2018.

 

 

PREMIO NOBEL 2019

Nome e cognome: Peter Handke

Data di nascita: 6 dicembre 1942

Nazionalità: austriaca

Opera d’esordio: Die Hornissen (I calabroni, 1966)

Ultima opera pubblicata: Die Obstdiebin oder Einfache Fahrt ins Landesinnere

Traduzioni italiane: la produzione letteraria di Handke è sconfinata, tra i titoli tradotti in italiano abbiamo Storie del dormiveglia (Guanda); Prima del calcio di rigore (Feltrinelli); Breve lettera del lungo addio (); La donna mancina: L’ora del vero; La ripetizione; L’assenza; Saggio sulla stanchezza); L’ora in cui non sapevamo niente l’uno dell’altro; Il mio anno nella baia di nessuno; Don Giovanni e La montagna di sale tutti editi da Garzanti.

Insignito del premio Franz Kafka, dell’International Ibsen Award e del premio Georg- Buechner Handke è non solo romanziere ma anche drammaturgo e dal suo romanzo Prima del calcio di rigore, Wim Wenders trasse l’omonimo film nel 1972.

Leggi anche: