Premio Strega, che vita di Gerda! “La ragazza con la Leica” stravince

The Millennialist
6 Luglio 2018
1130 Visualizzazioni

La ragazza con la Leica totalizza 196 voti e vince il Premio Strega. Helena Janeczek trionfa raccontando la storia di Gerda la donna che ha amato il fotografo Robert Capa

Ora che ha vinto il Premio Strega, una nuova Gerda che sostituirà, forse per sempre, la Gerda di Tarantino nella testa non troppo colta dei millennial («Mi chiamo Gerda, e non è con le chiacchiere che uscirai da questa merda», Pulp Fiction).

(«Mi chiamo Gerda, e non è con le chiacchiere che uscirai da questa merda», Pulp Fiction).

Gerda Taro è la protagonista di La ragazza con la Leica. Nel romanzo, edito da Guanda, Helena Janeczek racconta l’amore di una giovane fotografa per Robert Capa, il reporter noto soprattutto per la foto del soldato che cade sul campo della guerra civile spagnola.

Sta di fatto che, dopo 15 anni una donna torna al successo al Premio Strega. L’altra bizzarria è che, nella annosa e un po’ imbarazzante guerra tra case editrice, alla fine ha vinto Guanda.

La ragazza con la Leica si è beccato 196 voti. L’ultima scrittrice a vincere era stata Melania Mazzucco con Vita nel 2003. Da allora al Premio Strega solo uomini. «Sono contenta, speriamo che dopo di me ce ne siano molte altreHo scelto di raccontare la vita di Gerda perché è il simbolo di una donna libera e indipendente, che ha creduto nelle sue convinzioni», ha dichiarato Helena Janeczek.

Helena Janeczek ritira il Premio Strega 2018

Secondo posto per Marco Balzano con Resto qui (Einaudi) con 144 voti. Buffo che Einaudi abbia anche tra i suoi titoli Me ne vado di Jean Echenoz. Terza, Sandra Petrignani con La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg (Neri Pozza) con 101 voti.

LEGGI ANCHE:

In spiaggia il libro è sostitutivo dell’orgasmo

I libri che arricchiscono (nel senso dei soldi, non di cultura)