Viralità vs viralità: Chiara Ferragni e Fedez vs Coronavirus. 3 milioni già raccolti

Avatar
10 Marzo 2020
639 Visualizzazioni

Ore 19.30 del 9 marzo: la raccolta fondi lanciata da Chiara Ferragni e Fedez nelle prime ore della giornata ha già raggiunto un milione e 700 mila euro.

Sì, i Ferragnez sono scesi in campo con tutta la loro potenza per provare a dare un contributo per affrontare al meglio l’emergenza sanitaria del Coronavirus. E lo hanno fatto, come hanno annunciato con una storia su Instagram, donando di tasca loro 100 mila euro per rafforzare il reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano. Anche se il più grande aiuto, per lo meno in termini economici, lo hanno dato lanciando e occupandosi direttamente di una raccolta fondi da destinare allo stesso reparto del nosocomio meneghino.

Raccolta fondi per il Coronavirus dei Ferragnez

La risposta al foundreasing è stata però eccezionale. Tanto che Chiara e Federico hanno dovuto alzare più volte l’asticella della campagna pubblicata su gofundme: prima 800mila, poi un milione, poi uno e mezzo e così via. In poche ore l’iniziativa della fashion blogger e del rapper ha sbarcato il lunario, dimostrando ancora una volta la capacità di quei due di smuovere le coscienze dei loro milioni di followers.

Ne saranno felici sopratutto al San Raffaele. Anche perché la campagna è approvata dal professore Alberto Zangrillo, primario di terapia intensiva cardiovascolare e generale dell’ospedale.

“In questa fase davvero delicata, dal punto di vista sociale e sanitario, possiamo anche noi fare qualcosa. Medici e scienziati stanno facendo un lavoro importantissimo e vorremmo supportarli concretamente. Per questo motivo – l’appello messo nero su bianco sulla piattaforma – abbiamo pensato di aiutare l’attivazione di una nuova terapia intensiva presso l’Ospedale San Raffaele di Milano. In questo momento le attrezzature necessarie per triplicare i posti letto di terapia intensiva e subintensiva sono: ventilatori, dispositivi di ventilazione non invasiva, monitoraggio emodinamico e monitor”.

Raccolta fondi: si possono dare 5 euro

Le persone interessate a mettere il loro granello di sabbia, lo possono fare a partire da 5 euro in una piattaforma che non ha commissioni. I loro soldi, hanno assicurato i Ferragnez, andranno in supporto alla terapia intensiva, ambiente super specialistico per malati gravi.

“Gli ammalati con insufficienza respiratoria causata dall’epidemia in corso occupano questi reparti che risultano altamente insufficienti a fronteggiare la crisi. Un letto di terapia intensiva ha un costo nettamente superiore rispetto a un letto di degenza normale. È necessario un monitor che rilevi le funzioni vitali del paziente, un ventilatore che assista la respirazione del malato e una serie di pompe infusionali per liquidi e farmaci”.

Coronavirus: quando i vip scendono in campo

Ironia della sorte, proprio il potere dei social e la loro viralità potrebbe dare una grossa mano nella lotta al virus che come una macchia rossa su una cartina sta conquistando l’intero pianeta. Lo stesso che, più di ogni altro evento recente, sta mettendo in ginocchio la sanità italiana. Per questo, rilanciamo l’appello della coppia nostrana più social che ci sia: “Aiutateci a condividere il più possibile ❤️”.

Ore 20 del 9 marzo: la raccolta fondi è arrivata a un milione e 920mila euro. Numeri da capogiro (+220 mila in mezzora), segno che la carica virale dell’appello, sta funzionando.

Ore 10 del 10 marzo: dopo quasi 24 ore dal lancio della raccolta, i 3 milioni sono dietro l’angolo. È chiaro che quando Fedez e Chiara Ferragni toccano Instagram la ‘pandemia’ diventa inevitabile.

Il video appello dei Ferragnez

Leggi anche: