Crisi da regali di Natale last minute? Allora i Millennial aprono Instagram…

Avatar
24 Dicembre 2018
567 Visualizzazioni

Con oggi usciamo dalla settimana prenatalizia per entrare a gamba tesa nel pieno del vacanze. Settimana faticosa la scorsa, tra lavori da ultimare prima della chiusura dell’anno, cene su cene per scambiarsi gli auguri e, acquisti dei regali di Natale last minute.

Impegni non da poco, tanto che questo periodo dell’anno rappresenta per alcuni fonte di stress con conseguenti notti insonni e stati emotivi connotati da tristezza.

È uno stato abbastanza diffuso, tanto da guadagnarsi la dicitura di Christmas Blues. Quello che forse crea i più alti livelli di stress consiste nel pensare ai regali da acquistare per ciascuna persona cui vogliamo bene, e cercare di trovare un qualcosa di azzeccato richiede uno sforzo cognitivo non banale. Tempo e idee sono due elementi necessari che non sempre abbiamo a disposizione. Ma, ancora una volta, il mondo del web viene in nostro aiuto. Secondo una ricerca, Instagram rappresenta la prima fonte di ispirazione per i regali di Natale last minute e non per il 60% della popolazione complessiva. E, nello specifico, per l’80% dei Millennial. Effettivamente, va da sé che il portale più frequentato diventi fonte di ispirazione anche per gli acquisti. Un altro dato che emerge è l’oggetto più ambito: ancora una volta i Millennial sono sul podio come top spender per regali esclusivi, come strumenti hight tech o esperienze uniche. Il tutto scovato, e successivamente comprato, online.

I primi tre giorni della settimana, nella fascia oraria che va dalle 12.00 alle 15.00,  rappresentano l’arco temporale più gettonato per gli acquisti e-commerce e la regione più addicted a questa tipologia di shopping è la Lombardia.

Nonostante ciò, non è bassa la percentuale di gente che preferisce comunque andare nel buon vecchio negozio: quasi l’80% non vuole rinunciare a toccare con mano il prodotto, il 70% per ridurre al minimo il tempo di attesa tra l’acquisto e la disponibilità. Non a caso le vendite online risentono di un calo del 10% nel fine settimana.

E voi? Che acquirenti siete stati nel comprare i regali per questo Natale?

 

LEGGI ANCHE:

Smart working cos’è: connessi per connessi, tanto vale lavorare dal divano?

Video di Natale assurdi: l’eroico pollo di KFC che sfida uno spietato tacchino