Scelta dell’università: ehi fan di Hegel e D’Annunzio, il robot ha bisogno di te

Avatar
10 giugno 2018
8 Condivisioni 513 Visualizzazioni

Considerate per decenni il passaporto per la disoccupazione, le lauree umanistiche rischiano di vivere il loro momento d’oro. Grazie al fatto che gli algoritmi sono capre! capre!, capre!

Prequel: cresce l’aspirazionalità del Liceo Classico. Quello che molti genitori  consideravano mediamente un prestigiosissimo scatolone di polvere è nella mente della generazione Z una specie di percorso iniziatico stile Obi-Wan Kenobi verso il lato luminoso del futuro. Il perché non è chiaro, ma è prevedibile l’evoluzione del fenomeno, ovvero l’assalto prossimo venturo alle facoltà di Lettere, Lingue, Filosofia, Storia e compagnia bella.

Ingegneri che hanno letto Freud

Dicono all’American Academy of Arts and Sciences che chi segue una laurea in discipline umanistiche avrà in futuro soddisfazione e stipendi uguali o di poco inferiori rispetto alle facoltà scientifiche o tecnologiche. Il motivo dovrebbe essere che le aziende, sempre più impegnate a insegnare ai robot a diventare umani, vogliono qualificazione tecnica ma anche cultura umanistica. L’intelligenza artificiale deve saperne di filosofia, di storia, di scrittori, deve insomma capire l’uomo. Il che è di base il senso stesso delle materie umanistiche.

Sì ma dove si va poi a lavorare?

Finanza, vendite e servizi, dice chi studia i posti di lavoro del 2025. Le aziende infatti sembrano attratte dalle competenze intellettive umanistiche nell’ambito del digitale e tech, dell’ecommerce e dell’ e-publishing, oltre che dell’influencer marketing. Se vogliamo essere precisi, linguistica e semiotica si configurano come le competenze migliori per istruire i robot. E noi che abbiamo avuto Umberto Eco dovremmo essere eccellenza del settore. Dici intelligenza artificiale e pensi subito ad Amazon, ma le opportunità sembrano essere molte ma molte di più. Tutte quelle che lavorano su machine learning o speech recognition. Forse anche per questo Apple ha messo un annuncio: cercasi ingegneri informatici con skill psicologici. Embé…

LEGGI ANCHE:

Le migliori università secondo i millennial

La famiglia giapponese e la scuola dei figli