fbpx

«Vi spiego perché noi giapponesi vogliamo rinunciare alle Olimpiadi di Tokyo»

8 Maggio 2021
466 Visualizzazioni

Alüra, sì o no alle olimpiadi Tokyo 2020 (2021)?

Il popolo giapponese non riesce più a rimanere fermo a osservare come si svolge – e svolgerà – la situa mantenendo fiducia nel proprio Governo e nel presidente del Comitato olimpico internazionale, Bach. E allora fa ricorso a una petizione online che ha ottenuto più di 200mila firme in 48 ore.

So benissimo che voi amici italiani starete pensando dove andare quest’estate per le vacanze, tipo in Grecia. Invece qui in Giappone un avvocato, Kenji Utsunomiya, ha lanciato sul sito change.org la petizione sulla possibilità di rinunciare alle Olimpiadi di Tokyo per via della diffusione della quarta (o terza? o quinta?) ondata del covid.

Covid, a Tokyo aumenta la paura per le Olimpiadi

A partire dagli ultimi dieci giorni di aprile, infatti, qui ha iniziato di nuovo ad aumentare il numero di contagi del covid, al punto che noi cittadini, giustamente, stiamo pensando di rinunciare le Olimpiadi di Tokyo considerandole una roba campata in aria.

In tale situazione, il popolo giapponese probabilmente si aspettava che arrivasse qualcuno a lanciare qualcosa di concreto per esprimere la propria idea di chiedere di rinunciare alle Olimpiadi di Tokyo. Ed ecco, è arrivato l’avvocato Utsunomiya Kenji.

Ma chi è questo avvocato? Il Kenji nel passato si è candidato all’elezione di governatore di Tokyo per due volte (senza successo), e lo criticano per il suo orientamento politico “sinistro”, spesso chiamato con il termine Sayoku, cioè ala sinistra se tradotto letteralmente, da coloro che fanno parte della politica di destra (ah beh sì, ovvio!).

I commenti dei giapponesi contro le Olimpiadi

La petizione creata da lui, quindi, subisce tante diverse critiche per questo motivo. Ma stavolta non è solo. A quanto pare, si sono già aggregati tanti sostenitori che scrivono e lasciano i loro commenti dicendo:

«Almeno questo argomento mi ha convinto di partecipare alla petizione e concordare con lui e la sua opinione! Basta le olimpiadi!»

«Coloro di destra stavolta non devono criticarlo solo perché lui ha una posizione politica sinistra!»

«Ha del tutto ragione! Le olimpiadi potranno distruggere la nostra vita!»

«Le olimpiadi sono una follia! Non vedete?»

«Pazzesco!»

«Perbacco!»

… Ah, scusate, ne ho approfittato io per sfogarmi con le ultime due parole elencate… Non ci fate caso. Ahahah!

Tornando al sodo, ripeto, l’avvocato ha ottenuto più di 200mila firme per la petizione. Una cifra bella consistente, direi. D’altronde, anch’io ho iniziato ad avere paura per una possibile situazione peggiore del Giappone dopo le Olimpiadi Tokyo nel caso si tenessero come programmate.

Non so a che santo votarmi. Tio boh! In tale caso forse… San Gennaro? (che SONO GIAPPONESE!)

Mi fermo qui, e sa vedum.

Leggi anche: