fbpx

Oggi è la Festa della donna: oltre, molto oltre la mimosa

8 Marzo 2021
532 Visualizzazioni

Celebriamo le “changemaker” che stanno facendo la storia e lasciamo perdere le usanze farlocche

Oggi, lunedì 8 marzo 2021, Giornata internazionale della donna. Tutti siamo abituati a chiamarla semplicemente “Festa della donna”, ma in realtà si tratta di una celebrazione nata allo scopo di ricordare le conquiste sociali, economiche e politiche e allo stesso tempo le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e continuano ad essere vittima.

Per questo, vogliamo rendere onore alle “changemaker” che nel loro piccolo stanno facendo la storia. Ecco i nomi di cinque donne americane che tutti quanti dovremmo conoscere.

(Kristen Welker, Wiki Commons)

Kristen Welker, la giornalista della Casa Bianca

Kristen Welker, 44 anni, nata a Filadelfia, in Pennsylvania, è una giornalista di punta di Nbc News e co-conduttrice televisiva del programma Weekend Today. Veterana nel settore, da decenni insegue storie e racconta notizie ed è nota anche per il suo ruolo di moderatore durante il dibattito presidenziale tra Donald Trump e Joe Biden. Ora è corrispondente capo della Casa Bianca per Bnc News.

(Alicia Garza, Wiki Commons)

 

Alicia Garza, co-fondatrice di Black Lives Matter

Alicia Garza, nata il 4 gennaio 1981 a Los Angeles, nel 2020 è stata inserita dal Time nella lista delle cento persone più influenti dell’anno e nella lista delle 100 donne della Bbc. E’ un’attivista per i diritti umani e scrittrice che si batte sui temi della salute, dei servizi per gli studenti, dei diritti per i lavoratori domestici. Inoltre lotta contro il razzismo, la brutalità della Polizia e la violenza nei confronti delle persone di colore con un’identità di genere non conforme ai canoni sociali. E’ stata co-fondatrice del movimento Black Lives Matter e per questo nel 2017 ha ricevuto il Sidney Peace Price.

(Kathrin Jansen, courtesy Pfizer)

Kathrin Jansen, la super scienziata del vaccino anti-Covid

Tra le cinque donne che vogliamo ricordare in occasione della “Festa della donna” c’è anche Kathrin Jansen, nata nel 1958 nella Germania dell’Est. Scienziata anticonformista, nel 1992 ha seguito le ricerche per l’immunizzazione dal Papilloma Virus e dal Pneumococco. Non poteva che essere in prima linea pure nella lotta contro il Covid: arrivata in Pfizer nel 2009, è la responsabile della ricerca e dello sviluppo sui vaccini per l’ormai arcinota azienda farmaceutica. E’ anche senior vice presidente a capo del team di 550 ricercatori che ha portato alla scoperta di un vaccino con cui sconfiggere il Coronavirus.

(Dara Treseder, Wiki Commons)

Dara Treseder, la regina del Marketing

Laureata con il massimo dei voti in studi africani e afro-americani alla Harvard University, dallo scorso anno Dara Treseder è capo del Marketing e delle Comunicazioni globali di Peloton, azienda americana che si occupa di attrezzature per fitness. Nel 2018 è diventata Chief Marketing Officer di Carbon, società impegnata nella produzione di stampe 3D, e prima ancora lo è stata per Ge Ventures e Ge Business Innovations. In passato ha inoltre guidato le attività di Marketing e crescita alla Apple e Goldman Sachs. Le sue capacità nel settore l’hanno portata nel 2018 ad essere inclusa nell’elenco Cmo Next di Forbes come una dei 50 migliori professionisti del Marketing che stanno ridefinendo il ruolo di Chief Marketing Officer.

(Laura Forese da Crain’s New York Business)

Laura Forese, da chirurgo a chief del Presbytarian di New York

Infine, chiudiamo la lista delle changemaker stilata per la “Festa della donna” con Laura Forese, vicepresidente esecutivo e chief operating officer di Presbyterian, ospedale numero uno nella città di New York e uno dei migliori cinque della nazione. Dopo aver lavorato dieci anni come chirurga ortopedica, la sua carriera ha fatto un balzo in avanti e da medico ha iniziato a ricoprire una serie di ruoli manageriali di crescente responsabilità. Ha sempre mostrato una grande attenzione alla sicurezza, all’efficienza e alla trasformazione del paziente e ha inoltre assunto la responsabilità operativa finale dell’impresa. E’ infine stata nominata tra le 50 donne più potenti di New York da Crain’s Business, tra le 25 migliori Coo in Healtcare dalla rivista Modern Healtcare e ha inoltre ricevuto il premio di “Madre dell’anno” dall’American Cancer Society.

L’iniziativa di The Skimm per la “Festa della donna”

Segnaliamo che nel corso del mese di marzo, una volta a settimana The Skimm pubblicherà il racconto in prima persona di queste cinque donne straordinarie che stanno facendo la storia e che un giorno finiranno sui libri.

LEGGI ANCHE:

Perché ci sono tipologie di donne che spaventano il maschio millennial

Ma se le donne millennial sono le più istruite e ambiziose della storia perché ancora guadagnano meno degli uomini?

Flirtare in chat è tradimento? Forse no: a volte preserva da quello fisico

Confessioni private: l’intimità della donna è una grandissima menzogna

Sette imprenditrici millennial da cui c’è tanto, ma tanto da imparare

 

 

 

Leggi anche: