L’upside down bikini, il sexy tormentone dell’estate 2018

4 luglio 2018
31 Condivisioni 1933 Visualizzazioni

Una youtuber e instagrammer bergamasca lancia il trend virale dell’upside down bikini: una tecnica di allaccio del reggiseno che promette 2 taglie in più. A prova di selfie

C’è una scorciatoia della mente che gli intelligentoni chiamano compensazione. Che cosa c’entra con la mania fresca fresca dell’upside down bikini? Moltissimo. Gli uomini nella loro strada verso il diritto al piacere provano a bypassare i limiti che la natura, la religione o loro stessi hanno imposto al diritto di provare piacere. La compensazione, molto comune nel cibo, per esempio comprende il cioccolato fatto con i semi di carrube durante la guerra e lo spezzatino di soia per i vegani. Mi nutro dell’idea di qualcosa che non posso mangiare sostituendo l’ingrediente e compensando il piacere mancato.

L’upside down bikini non è altro che questo: come faccio a mostrare un seno sexy nei selfie su Instagram quando vige la censura dei social? Facile, mi allaccio il reggiseno del bikini al contrario. Ufficialmente è un surrogato del topless, che permette di prendere il sole senza portare a casa il segno del costume. Il fatto che il contrasto bianco/abbronzato sia sexy è una faccenda che riguarda solo gli uomini e quindi è inutile smontare la teoria dell’upside down bikini, il bikini alla rovescia.

Ma la molla del fenomeno on the beach rimane il narcisismo da selfie di cui i millennial sono vittime designate ogni estate. E ogni estate ha il suo selfie tormentone a sfondo sexy o voyeurista o feticista. Ricordiamo: le gambe a wurstel, i “selfeet” dedicati ai piedi, e via discorrendo. Nell’estate 2018 abbiamo il l’upside down bikini, con il quale, volendo puoi inserire qualche tutorial sulla tecnica dell’allaccio rovesciato o delle stories un po’ piccanti. Il trend upside down bikini abita comunque sui social e lì morirà.

Onde evitare goffaggini e scherzetti goliardici è bene studiare i tutorial ed elaborare un modo di legare il costume che non denunci esitazioni. Prove necessarie anche per chi ha caratteristiche che possono generare un pericoloso effetto ridicolo. Infine lo sprezzo del pericolo da imitare lo trovate nel profilo di colei che gli upside down bikini li ha inventati. Non una lontana Kardashian, ma una instagrammer bergamasca: Valentina Fradegrada che in un sol colpo ha spazzato via ogni tendenza al costume come accessorio comfort da spiaggia. Complimenti agli upside down bikini di Valentina Fradegrada, dunque. Che rovescia le regole del due pezzi.

LEGGI ANCHE:

Temptation Island: quali vip vorremmo vedere sull’isola

Spiagge 2018: i muscoli maschili che guardano le donne

Anni 90 contro Anni 10 sulla Riviera Adriatica: chi vince?

E se leggere un libro in spiaggia fosse un orgasmo?

Potrebbe interessarti

Cybercondria: consultare internet per malattie è a sua volta una malattia. Smettila!
Internet
3 condivisioni43 visualizzazioni
Internet
3 condivisioni43 visualizzazioni

Cybercondria: consultare internet per malattie è a sua volta una malattia. Smettila!

Camilla Tombetti - 14 novembre 2018

Abbiamo già parlato di come Internet influisca sulle vite di noi Millennial. La potenzialità del web ci permette di accedere…

Congiura dei pazzi: ecco ciò che devi sapere per parlarne in giro
Arte
2 condivisioni47 visualizzazioni
Arte
2 condivisioni47 visualizzazioni

Congiura dei pazzi: ecco ciò che devi sapere per parlarne in giro

The Millennialist - 14 novembre 2018

Tra storia e fiction, la Congiura dei Pazzi affascina i millennial. Ma occhio agli stravolgimenti della sceneggiatura... La Congiura dei Pazzi gran…

Come fermare il tempo, libro di Matt Hagg, ci insegna che l’immortalità è mortalmente noiosa
Arte
23 visualizzazioni
Arte
23 visualizzazioni

Come fermare il tempo, libro di Matt Hagg, ci insegna che l’immortalità è mortalmente noiosa

Valeria Mangano - 13 novembre 2018

Avete mai desiderato di essere immortali? Sebbene una vasta letteratura millennial esalti le vite di vampiri (pensate a Twilight), alchimisti…